domenica,Febbraio 25 2024

Venti fioriere per corso Vittorio: così la città va in cerca di decoro

Iniziativa incentrata su bellezza e colore, quella promossa da Katia Franzè, consigliere comunale di Vibo popolare, e sostenuta da un imprenditore. «Dalle piccole cose si può risalire, agendo gradualmente e coinvolgendo la comunità», ha detto l’interessata

Venti fioriere per corso Vittorio: così la città va in cerca di decoro

Il consigliere comunale Katia Franzè, appartenente al gruppo di maggioranza Vibo popolare, ha lanciato un’iniziativa per il decoro urbano, resa possibile dal supporto dell’imprenditore Francesco Librandi.

«L’idea è quella di abbellire il corso cittadino, corso Vittorio Emanuele III, con 20 fioriere acquistate con il contributo importante di un imprenditore vibonese. Dalle piccole cose si può risalire, agendo gradualmente e coinvolgendo la comunità, che come non mai ha bisogno di normalità. Un centro cittadino più colorato è il segno di una città viva, che vuole ripartire», ha detto la Franzè.

Quest’idea si va ad aggiungere all’iniziativa dei balconi fioriti, suggerita e portata avanti sempre dal consigliere comunale. «C’è già un indirizzo di Giunta, perciò l’iter per l’attuazione sta proseguendo. Credo in questo progetto così come quello legato alla sponsorizzazione delle aiuole e del verde pubblico. Capisco bene che è il periodo di chiusura di bilanci, ma potrebbe essere un incentivo ulteriore per le associazioni di categoria, i commercianti, gli imprenditori, i liberi professionisti, per contribuire al decoro urbano – ha insistito -. Questo non vuol dire che ci stiamo distraendo dalle problematiche più serie, affrontate quotidianamente in commissione, ma ciò non deve impedirci di avviare iniziative del genere».

Si sa, non ci sono soldi, ma agendo in questa maniera «potremmo recuperare in bellezza a costo zero puntando sulla partecipazione attiva». Ci sono tanti turisti che, ad esempio, percorrono la salita della Cerasarella, uno dei posti più suggestivi della città, per recarsi fino alla parte alta di Vibo dove si trova il castello. «Potrebbe esserci una passerella di colori ad accoglierli, idem per i residenti che vivrebbero in un contesto più affascinante», ha concluso la Franzè, rimarcando infine la collaborazione fattiva di Maria Luana Ferraro, coordinatrice del suo partito, Ncd.

top