Tropea, intimidazione a imprenditore

Ignoti nella notte hanno tentato di appiccare il fuoco all’abitazione di Paolo Compagnino, titolare dello storico locale “La Munizione”: «Dai carabinieri ho fatto nomi e cognomi»

Ignoti nella notte hanno tentato di appiccare il fuoco all’abitazione di Paolo Compagnino, titolare dello storico locale “La Munizione”: «Dai carabinieri ho fatto nomi e cognomi»

Informazione pubblicitaria
Le pareti annerite della casa di Compagnino

Grave atto intimidatorio nei confronti di un imprenditore di Tropea attivo nel campo della ristorazione. A finire nel mirino dei malviventi è stato Paolo Compagnino, titolare del locale “ La Munizione”. Ignoti nella notte hanno tentato di incendiare la sua abitazione. Fortunatamente il fuoco è stato spento sul nascere.

E’ stato lo stesso Compagnino a sporgere denuncia presso i Carabinieri della Stazione.
«Alle forze dell’ordine – ha dichiarato il diretto interessato – ho raccontato 14 anni di “Munizione”, facendo nomi e cognomi di tutti coloro che avrebbero voluto fare “affari” con me e con i quali non ho mai voluto avere niente a che fare. Non è il solito atto intimidatorio, come i tanti subiti nell’arco della mia vita. Questa volta hanno attentato alla mia casa, dove dormono le mie figlie e dove ogni cittadino onesto dovrebbe sentirsi sicuro».