Mileto, scatta il divieto di utilizzo dell’acqua nella frazione San Giovanni

La decisione assunta dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano dopo la segnalazione di alcuni utenti che hanno lamentato la fuoriuscita di liquidi di colore marrone dai rubinetti

La decisione assunta dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano dopo la segnalazione di alcuni utenti che hanno lamentato la fuoriuscita di liquidi di colore marrone dai rubinetti

Informazione pubblicitaria

Ordinanza contingibile e urgente di divieto d’utilizzo dell’acqua pubblica a fini potabili e per l’incorporazione negli alimenti e nella bevande, nella frazione San Giovanni di Mileto. Una comunità da anni costretta a fare i conti con i disagi dovuti alla periodica mancanza di acqua potabile per la carenza dei requisiti igienici previsti per legge. La decisione è stata assunta nelle scorse ore dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano, premesso che nella giornata di ieri alcuni cittadini del luogo “hanno lamentato, anche con video pubblicati su Facebook, la fuoruscita dai rubinetti di casa di liquidi di colore marrone”, e in virtù del fatto “che tale situazione può rappresentare un pericolo per la salute pubblica”. Della circostanza – così come si spiega nell’ordinanza – è stata subito investita la ditta incaricata del servizio, che una volta intervenuta ha convenuto sul fatto che per cercare di comprendere “la causa di tale situazione si dovrà necessariamente procedere alla pulizia e allo svuotamento della condotta”. Da qui la scelta del primo cittadino di Mileto di vietare nella frazione San Giovanni l’utilizzo dell’acqua a fini potabili e per l’incorporazione negli alimenti e nella bevande, “fino alla revoca della presente ordinanza che avverrà solo dopo averne accertato le criticità e disposto nuovi esami di laboratorio”. 

Informazione pubblicitaria