Spadola, ancora senza esito le ricerche di Bruno Lacaria

Forze dell’ordine al lavoro per ricostruire gli ultimi movimenti del 52enne scomparso ieri dal piccolo centro delle Serre. Le ricerche sono andate avanti senza esito nel corso della notte in tutto il comprensorio  

Forze dell’ordine al lavoro per ricostruire gli ultimi movimenti del 52enne scomparso ieri dal piccolo centro delle Serre. Le ricerche sono andate avanti senza esito nel corso della notte in tutto il comprensorio  

Informazione pubblicitaria
Il luogo in cui Lacaria è stato visto l'ultima volta

Le forze dell’ordine stanno scandagliando gli ultimi movimenti attorno alla vita di Bruno Lacaria, il commercialista di Spadola di cui non si ha traccia da ormai più di 12 ore. Gli investigatori stanno cercando di capire se dietro una vita tranquilla, fatta di lavoro e famiglia, ci siano particolari che possano giustificare un allontanamento spontaneo o se dietro la sparizione del professionista ci sia qualcosa di più. 

Bruno Lacaria era uscito da casa come ogni mattina alle 7.25. Classica sosta al bar del paese e poi breve tragitto in auto fino alla vicina Chiaravalle Centrale dove l’uomo è titolare di uno studio commerciale. Luogo di lavoro che il professionista, però, ieri mattina non ha mai raggiunto. 

Cinquantaduenne fa perdere le proprie tracce, apprensione a Spadola

La sua auto è stata trovata nei pressi dell’esercizio pubblico dove era solito fermarsi, chiusa, con all’interno tutti gli effetti personali. Compreso il cellulare. Quel cellulare che ha squillato a vuoto per ore e che ha allarmato la famiglia del 52enne. Al momento della scomparsa, Bruno Lacaria, indossava un giubbotto beige, un maglioncino grigio, una camicia azzurra e un pantalone classico. 

Sulle sue tracce i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno guidata dal Capitano Mattia Ivano Losciale e gli uomini del Commissariato di Polizia della cittadina della Certosa, guidati dal dirigente Valerio La Pietra. Le ricerche al momento non hanno prodotto nessun risultato e più passano le ore e più l’angoscia cresce nel piccolo comune delle serre vibonesi.