Libera si prepara al 21 marzo, a Vibo arriva don Luigi Ciotti

L’appuntamento, in previsione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, prevede un incontro con i ragazzi delle scuole e tutta la comunità vibonese domani, lunedì 13 marzo, al Valentianum

L’appuntamento, in previsione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, prevede un incontro con i ragazzi delle scuole e tutta la comunità vibonese domani, lunedì 13 marzo, al Valentianum

Don Luigi Ciotti, presidente di Libera
Informazione pubblicitaria

Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera, Libera celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che quest’anno ha avuto il riconoscimento giuridico votato all’unanimità in Parlamento.

Informazione pubblicitaria

«In quel giorno di risveglio della natura – si legge in una nota di Livera – si rinnova la primavera della verità e della giustizia sociale. Dal 1996, ogni anno in una città diversa, viene letto un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti. Ci sono vedove, figli senza padri, madri e fratelli. Ci sono i parenti delle vittime conosciute, quelle il cui nome richiama subito un’emozione forte. E ci sono i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla. Per questo motivo è un dovere ricordare ognuno di loro».

“Luoghi di speranza, testimoni di bellezza” è il tema che accompagnerà la giornata del 21 marzo 2017, la cui “piazza” principale sarà Locri, ma che si svolgerà, simultaneamente, in oltre 4000 luoghi diffusi in ogni parte d’Italia e in alcuni luoghi dell’Europa e dell’ America Latina, dove la Giornata verrà vissuta attraverso la lettura dei nomi delle vittime con momenti di riflessione e approfondimento.

«Questo slogan, che potrebbe sembrare un po’ inusuale, racchiude un grandissimo significato. Per luoghi abbiamo voluto intendere i cuori di tutti quei familiari che si sono visti portare via dalle mafie i loro cari, luoghi che hanno trasfigurato il dolore in impegno costante con la speranza che ciò che è successo possa non accadere mai più e questa loro speranza è diventata una testimonianza di bellezza che chiama ognuno di noi, a scendere in piazza e racchiuderci tutti in un unico grande abbraccio di memoria per ricordarci sempre che a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell’Italia intera».

In preparazione alla XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, Libera propone alle scuole di raccogliere la memoria di una delle vittime le cui vite sono state spezzate dalla criminalità organizzata. «In questo lungo cammino intrapreso verso il 21 marzo, fatto di memoria ed impegno, abbiamo portato sulle nostre gambe ed abbiamo fatto parlare con la nostra bocca le tante vittime innocenti, incontrando tantissimi giovani nelle diverse scuole della nostra provincia: Serra San Bruno, Briatico, Cessaniti, Zambrone, Tropea, Soriano, Vibo Marina, Rombiolo, San Calogero, Piscopio, Fabrizia, Vibo Valentia, Drapia».

Un’importante tappa di questo percorso sarà l’iniziativa con il presidente di Libera don Luigi Ciotti, che incontrerà ragazzi, associazioni e tutta la comunità vibonese lunedì 13 marzo 2017 alle 17 al Valentianum di Vibo Valentia.

«Le sue parole – conclude Libera – dovranno diventare pietre e il suo grido, contro ogni forma di violenza, dovrà diventare anche il nostro. Invitiamo ognuno a diventare protagonista di questo cammino perché solo uniti possiamo davvero sperare che il cambiamento diventi realtà».