Carattere

Operazione della Guardia di finanza a contrasto dello spaccio nell’Angitolano. Si tratta di persone appartenenti al medesimo nucleo familiare che custodivano il materiale in una loro proprietà

Cronaca

Detenzione di armi e droga occultati in una loro proprietà. Con questa accusa i militari del Comando provinciale della Guardia di finanza di Vibo Valentia hanno tratto in arresto tre persone di Filadelfia, tutte appartenenti al medesimo nucleo familiare.

Si tratta di Pasquale, Giuseppe e Vincenzo Rondinelli, finiti nella rete dei finanzieri vibonesi nell’ambito di una mirata attività volta a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nell’area dell’Angitolano. Gli stessi sarebbero, come detto, direttamente responsabili del possesso ai fini di spaccio di un quantitativo di sostanze stupefacenti nonché di armi da fuoco.

L’udienza di convalida del fermo è prevista per la mattinata odierna al Tribunale di Lamezia Terme, giurisdizionalmente competente nel caso in questione.

LEGGI ANCHE:

Cocaina, hashish e marijuana, un arresto della polizia a Vibo

Rapina ed estorsione: tre arresti dei carabinieri a Mileto

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook