Si spaccia per carabiniere per estorcere denaro, arrestato

Un venticinquenne di Sorianello avrebbe chiesto somme di denaro ad un imprenditore del Vercellese dopo averlo picchiato. Il provvedimento emesso dalla Procura di Ivrea ed eseguito dai carabinieri di Soriano.

Un venticinquenne di Sorianello avrebbe chiesto somme di denaro ad un imprenditore del Vercellese dopo averlo picchiato. Il provvedimento emesso dalla Procura di Ivrea ed eseguito dai carabinieri di Soriano.

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si sarebbe spacciato per carabiniere per tentare un’estorsione, ma è stato scoperto ed arrestato. Si tratta di Giovanni Nesci, 25 anni, di Sorianello, nel Vibonese, già noto alle forze dell’ordine, a cui i militari dell’Arma della Stazione di Soriano Calabro hanno notificato un ordine di carcerazione emesso dalla magistratura di Ivrea (To).

Informazione pubblicitaria

Nesci è accusato di tentata estorsione ai danni di un piccolo imprenditore del Vercellese al quale avrebbe chiesto delle somme di denaro dopo averlo picchiato. Rientrato in Calabria, Nesci è stato raggiunto dal provvedimento di carcerazione e posto agli arresti domiciliari. (Agi)