Addio a Vincenzo Restuccia, il cordoglio di Ance e Confindustria Vibo

Gli imprenditori vibonesi si stringono alla famiglia del collega 77enne recentemente scomparso. Fu presidente di entrambi i consigli direttivi

Gli imprenditori vibonesi si stringono alla famiglia del collega 77enne recentemente scomparso. Fu presidente di entrambi i consigli direttivi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Solo quando vanno via si comprende, fino in fondo, il vuoto che lasciano alcuni uomini, e tra questi, certamente vi è Vincenzo Restuccia. La categoria degli imprenditori deve molto ad una figura che ha saputo sempre coniugare lavoro, famiglia ed impresa. Per Vincenzo Restuccia questi tre ambiti non esistevano, per lui tutto era famiglia. Aveva il garbo, assai raro, di quelle persone che esprimono la loro grande forza ed autorevolezza, moderando l’intensità dei loro gesti. Sempre pronto a dire si, sempre pronto a dare e, a darsi per tutti». 

Informazione pubblicitaria

È questo il ricordo di Vincenzo Restuccia, imprenditore 77enne e sindaco di Rombiolo per 10 anni, che l’Ance di Vibo Valentia, associazione che riunisce i costruttori edili aderenti a Confindustria, fa dell’ex presidente provinciale degli industriali vibonesi scomparso oggi. 

«Imprenditore – aggiungono i colleghi – che amava ricordare, ai suoi interlocutori, quotidianamente, che lui era venuto dalla gavetta, dal lavoro, dai sacrifici. E che era rimasto, nonostante la notorietà, sempre semplice, ma mai scontato. Un uomo di parola, di contenuti e di enorme saggezza. Uomo di altri tempi, di valore assoluto per chi ha avuto la fortuna di incontrarlo e di conoscerlo». 

E ancora, «punto di riferimento per i costruttori vibonesi e calabresi, ha ricoperto diversi ruoli di vertice e contribuito con il suo impegno alla crescita dell’intero sistema di rappresentanza delle imprese, prima come presidente dei costruttori di Ance e successivamente come Presidente degli imprenditori di Confindustria Vibo Valentia. Alla famiglia giungano il cordoglio e la vicinanza di ogni singolo associato oltre che quello della struttura, dei consigli direttivi e dei presidenti e di Ance e Confindustria Vibo Valentia così come quelli di Ance e Unindustria Calabria. A tutti noi rimarrà, indelebilmente impressa – concludono i costruttori vibonesi -, la frase con cui amava congedarsi al termine di ogni incontro: “vogliamoci bene”, mai pronunciata senza crederci fino in fondo».

LEGGI ANCHE:

Lutto a Rombiolo, è morto l’imprenditore ed ex sindaco Vincenzo Restuccia