Violazione della sorveglianza, un arresto a Vibo Valentia

Il 34enne, già condannato per associazione mafiosa insieme al clan Lo Bianco, è stato sorpreso in compagnia di pregiudicati

Il 34enne, già condannato per associazione mafiosa insieme al clan Lo Bianco, è stato sorpreso in compagnia di pregiudicati

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Viene trovato a Vibo in compagnia di pregiudicati ed arrestato dai carabinieri. Con l’accusa di violazione della sorveglianza speciale è finito ai domiciliari Domenico Macrì, 34 anni, detto “Mommo”, di Vibo Valentia, sorpreso dai militari dell’Arma in compagnia di persone con precedenti penali ed alle quali – in forza del suo status di sorvegliato speciale – non poteva accompagnarsi. Nella giornata di domani, Domenico Macrì (difeso dall’avvocato Francesco Sabatino) comparirà dinanzi al Tribunale per la convalida dell’arresto.

Informazione pubblicitaria

Il 34enne è stato condannato nel 2013 in via definitiva a 6 anni di reclusione per il reato di associazione mafiosa al termine dell’operazione denominata “Goodfellas”. In particolare, è stato ritenuto organico al clan Lo Bianco e vicino ad Andrea Mantella, oggi passato fra le fila dei collaboratori di giustizia.