‘Ndrangheta, grave intimidazione al segretario della Provincia di Vibo

Mario Ientile, segretario del Comune reggino di Careri già sciolto per mafia, ha ritrovato 40 bossoli esplosi vicino alla sua automobile
Mario Ientile, segretario del Comune reggino di Careri già sciolto per mafia, ha ritrovato 40 bossoli esplosi vicino alla sua automobile
Informazione pubblicitaria

A distanza di sei mesi dal danneggiamento dell’autovettura, una nuova intimidazione per Mario Ientile, segretario generale del Comune di Careri, commissariato per mafia nel gennaio 2019 dal Consiglio dei ministri su proposta dell’allora ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Ientile ricopre anche l’incarico di segretario generale della Provincia di Vibo Valentia. Due giorni fa il funzionario, nel fare ritorno alla sua autovettura dopo avere lavorato in Comune, ha trovato per terra, vicino alla sua auto, accostata al muro all’altezza dello sportello lato guidatore, 40 bossoli già esplosi di pistola. L’episodio è stato denunciato ai Carabinieri della locale Stazione e se ne è avuta notizia oggi. Sei mesi fa la sua autovettura era stata rigata con un chiodo lungo tutto il perimetro da una mano ignota che aveva inciso sul cofano anche un simbolo fallico.