Tutela delle Mura greche, nasce un Comitato

Lo scopo è quello di impedire l’interramento del nuovo tratto di fortificazioni recentemente emerso e avviare attività di sensibilizzazione sul tema e di valorizzazione del sito

0
3

Lo scopo è quello di impedire l’interramento del nuovo tratto di fortificazioni recentemente emerso e avviare attività di sensibilizzazione sul tema e di valorizzazione del sito

Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

La complessità delle vicende legate al rinvenimento di 350 nuovi metri lineari di mura greche su Via Paolo Orsi a Vibo Valentia ha reso necessaria l’istituzione del comitato civico “Pro mura greche”’ al quale hanno aderito note personalità della cultura vibonese».

A darne notizia, a nome dello stesso comitato, è un comunicato stampa firmato dall’Ispettore onorario della Soprintendenza Archeologica della Calabria per la città di Vibo Valentia, Giacinto Namia, e dall’archeologa Anna Maria Rotella.

Le Mura greche sepolte (ma tutelate) per necessità

«L’obiettivo del comitato è quello di impedire l’interramento del nuovo tratto di mura che, posto in continuità con quello a suo tempo indagato dall’Orsi, porterà moltiplicherà i metri lineari di fortificazioni visitabili all’interno del costruendo Parco archeologico urbano d’Hipponion. Il comitato opererà, inoltre, affinché gli interventi che verranno eseguiti non penalizzino la valorizzazione del monumento, come si sta verificando per la rampa messa in opera con forte impatto ambientale sul tratto di mura indagate dall’Orsi e come si verificherebbe nel caso in cui venisse posato in prossimità del nuovo tratto di fortificazione il grande tubo per lo scorrimento delle acque».

VIDEO | Sopralluogo della Sovrintendenza alle Mura Greche

A tal fine, si legge ancora nella nota, «il comitato si impegnerà a condurre una capillare attività di sensibilizzazione promuovendo la conoscenza e quindi la tutela e la valorizzazione del sistema difensivo dell’antica città magno-greca. Verranno programmati incontri con le scuole e con le associazioni cittadine al fine di costruire la giusta convergenza di obiettivi tra i fruitori del bene e gli enti coinvolti nella vicenda».

Il comitato informa infine di aver avviato una raccolta di adesioni per la sottoscrizione dell’appello alla salvaguardia delle mura già pubblicato sul sito www.patrimoniosos.it che si occupa della difesa dei beni culturali e ambientali in ambito nazionale. A breve si terrà poi un incontro pubblico per la presentazione del comitato.

Lavori in via Paolo Orsi a Vibo, Nesci: «Stanno coprendo le Mura greche»