VIDEO | “Sconfiggere la corruzione si può”: il messaggio del Rotary agli studenti vibonesi

All’iniziativa svoltasi al Valentianum di Vibo Valentia hanno preso parte numerosi ragazzi esortati a recitare un ruolo attivo nella società

All’iniziativa svoltasi al Valentianum di Vibo Valentia hanno preso parte numerosi ragazzi esortati a recitare un ruolo attivo nella società

Informazione pubblicitaria
Il convegno del Rotary Club di Vibo

“Legalità e cultura dell’Etica” è il tema dell’incontro promosso dal Rotary Club di Vibo Valentia. Ad aprire i lavori il presidente Francescantonio Stillitani.

«La corruzione – ha detto – è anche un fatto culturale, che va scardinato a partire dalla scuola». Sono seguiti i saluti del sindaco della città Elio Costa e del presidente della camera penale di Vibo, l’avvocato Mario Bagnato.

E’ poi intervenuto il giudice Giancarlo Bianchi che ha relazionato su “Legislazione vigente e istituzionale dell’Anac”. Quindi è stata la volta del Presidente del consiglio nazionale delle Camere penali Armando Veneto che si è soffermato sui “problemi pratici e strategie difensive”. L’avvocato si è rivolto alla platea di studenti esortandoli ad essere «protagonisti del vostro tempo. Dovete avere speranza, dovete sacrificarvi, dovete badare prima al bene comune e di conseguenza – ha affermato – pensare ai vostri interessi, al vostro futuro. Ma dovete vivere la comunità altrimenti la comunità finirà per abbandonarvi».

Al convegno, che si è svolto al Valentianum, numerosi avvocati del foro di Vibo Valentia. Ma c’erano soprattutto studenti: i veri protagonisti dell’incontro organizzato dal Rotary. Il club service è infatti entrato nelle scuole indicendo un concorso dal titolo “La corruzione ci ruba il futuro”.

Attraverso vignette satiriche ed elaborati i ragazzi stanno analizzando il fenomeno della corruzione. Il miglior elaborato sarà premiato nei prossimi mesi in una manifestazione che si svolgerà a Roma.