Il porto di Vibo Marina scenario di guerra nel romanzo di Alessio Virdò

Lo scrittore di origini vibonesi ambienta una parte della sua opera prima “Operazione silent caiman” nello scalo marittimo. Positivi i giudizi di critica e lettori
Lo scrittore di origini vibonesi ambienta una parte della sua opera prima “Operazione silent caiman” nello scalo marittimo. Positivi i giudizi di critica e lettori
Informazione pubblicitaria

È la terza domenica d’agosto e a Vibo Marina si sta svolgendo la sentita festa popolare in onore della Madonna di Pompei, quando la tranquillità della serata viene sconvolta da un drammatico evento: una cellula terroristica, dopo essersi impossessata di una petroliera alla fonda nelle calme acque della rada, minaccia di mettere in atto un sanguinoso attentato. Lo scoppio dei fuochi d’artificio coprirà il rumore degli spari e il fragore delle esplosioni che avvengono a bordo della “Stromboli”, petroliera battente bandiera maltese, che diventa ostaggio del gruppo dei terroristi. Una serata di festa e di devozione religiosa che si trasformerà in un incubo di fine estate e che finirà con il sangue versato sull’asfalto del piazzale. La risposta può arrivare solo dalle nostre Forze speciali… il seguito della storia, fino all’epilogo, è tutto da leggere. [Continua]

Si tratta di un romanzo techno-thriller, genere tipicamente anglosassone, che viene traslato in un ambiente tutto italiano con protagoniste le forze speciali e in particolar modo il Goi, Gruppo incursori della Marina Militare, eredi degli uomini che con le loro azioni si coprirono di gloria nel corso della Seconda guerra mondiale, il cui ambiente viene descritto con accuratezza e puntualità e che si troveranno a dover affrontare il primo attentato terroristico di matrice islamica perpetrato sul territorio italiano. Una storia forse improbabile, ma che l’autore rende molto verosimile.

Si tratta del romanzo d’esordio di un giovane scrittore, Alessio Virdò, residente in Piemonte ma di origini vibonesi, che conosce nei minimi particolari l’ambiente della cittadina portuale e il mondo dei reparti speciali italiani.

Un esordio decisamente positivo, accolto con eccellenti recensioni da parte della critica letteraria e anche dai semplici lettori. Nella classifica “Bestseller” di Amazon, il romanzo di Virdò occupa, a pochi mesi dalla sua uscita, la seconda posizione della sezione “narrativa di guerra” e il terzo posto nella sezione “narrativa d’azione”.

Un libro che lascia con il fiato sospeso fino all’ultima pagina e dove le storie s’intrecciano confluendo nel filone principale, rendendo viva e appassionante la trama del romanzo.