Carattere

Alle candidature di Giovanni Macrì e Giuseppe Romano si aggiungono in queste ore quelle di Massimo L’Andolina e Nicola Cricelli, vecchie conoscenze della politica locale

Politica

Quella che, in prima battuta, poteva sembrare una corsa a due, si sta trasformando in una competizione a quattro. È di queste ore, infatti, la notizia che all’ufficio elettorale di Tropea sarebbe già stata presentata una lista di 9 candidati (numero minimo) per le elezioni amministrative del 21 ottobre prossimo. A guidarla sarà Nicola Cricelli, una vecchia conoscenza della politica tropeana: già a cavallo tra gli anni ’80 e ‘90, infatti, aveva occupato gli scranni di palazzo Sant’Anna come amministratore. Un ritorno, quindi. Come quello di Massimo L’Andolina, ex vicesindaco e assessore al Turismo dell’ultima giunta Vallone, che nei giorni scorsi aveva annunciato la nascita de “L’altra Tropea”, lista civica definita dallo stesso candidato «molto forte e di ispirazione laica e popolare. Tropea - aveva commentato L’Andolina - non ha bisogno di avventurieri, ma della convergenza di più forze politiche per essere risanata, una sorta di governo di salute pubblica, perché non possiamo consentire liti, denunzie anonime e altri punti oscuri che fanno parte del passato della città e ci hanno portato a questo stato». Dal canto loro, gli altri due aspiranti alla poltrona più prestigiosa sarebbero in dirittura d’arrivo per la composizione dei gruppi: Giovanni Macrì, tra i primi ad annunciare la candidatura, starebbe limando gli ultimi dettagli. Il coordinatore cittadino di Forza Italia conferma comunque venerdì 21 come data in cui presenterà gli elenchi completi di “Forza Tropea”. Per Giuseppe Romano, supportato dal responsabile provinciale della Lega, Antonio Piserà, squadra completa e pronta: nelle prossime ore, la cittadinanza potrà conoscere i componenti di “Rinascita per Tropea”, al momento bollati dai responsabili come “top secret“. Il termine ultimo per la presentazione delle liste è quello delle ore 12 di sabato 22. Da quel momento la città si troverà a scegliere tra i quattro team in campo. Non accadeva dal lontano 2002, quando a sfidarsi furono cinque compagini: anche allora era sceso in campo Giuseppe Romano, ma era uscito sconfitto dallo "scontro" con Domenica Cortese. Nel 2014, invece, era stato Macrì a cadere sotto i colpi di Giuseppe Rodolico, con Romano a fare da spettatore in terza posizione. Secondo i ben informati, la tornata 2018 potrebbe essere segnata dall’equilibrio. Una considerazione che, alla luce dei circa 4.500 votanti, potrebbe far presagire la vittoria poco al di sopra di quota mille voti. Salvo clamorosi forfait dell’ultim’ora. 

LEGGI ANCHEComunali a Tropea, niente lista a cinque stelle: Dalila Nesci batte in ritirata

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook