sabato,Ottobre 1 2022

Comune di Vibo e Politiche sociali, Lorenza Scrugli: «Si convochi l’assessore»

Il consigliere di opposizione si è rivolto ancora una volta alla presidenza della IV commissione consiliare affinché Rosamaria Santacaterina riferisca sui fondi del progetto destinato ai senza fissa dimora

Comune di Vibo e Politiche sociali, Lorenza Scrugli: «Si convochi l’assessore»
L'assessore Rosamaria Santacaterina
Lorenza Scrugli

L’assessore alle Politiche sociali del Comune di Vibo Valentia Rosamaria Santacaterina dovrà andare a riferire in aula. Bisognerà stabilire semplicemente il giorno e l’ora. Lorenza Scrugli, consigliere comunale di “Vibo da Vivere”, non molla. In sede di IV commissione consiliare Politiche sociali ieri ha ribadito ancora una volta che sul progetto destinato ai senza fissa dimora serve fare chiarezza. Insomma, è necessario buttare una luce sugli angoli bui. Ed, a parere di Lorenza Scrugli, solo l’assessore titolare di Palazzo Lugi Razza può farlo. Il nodo sono i fondi che erano stati destinati al progetto e che, secondo l’interessata, potrebbero essere andati perduti. Riavvolgiamo il nastro: in riferimento al progetto riservato ai senza fissa dimora, l’amministrazione comunale ha pubblicato un Avviso destinato proprio a chi risulti senza una casa grazie a un progetto (risalente al 2016 quando l’ente partecipò al bando insieme agli altri capoluoghi di provincia della Calabria) finanziato con 134mila euro.

Ma Lorenza Scrugli ha riferito che al Comune nel 2019 è arrivata anche una prima parte delle risorse (15 per cento) da iniziare a utilizzare, ma – ha precisato giorni fa l’interessata – «si sarebbe dovuto dare seguito a un’azione precisa in base proprio alla cifra ricevuta e si dovevano poi mettere in atto nuove progettualità per avere altre tranche, soltanto che la data di scadenza del tutto è stata fissata al 31 dicembre del 2021. Quindi, ad oggi niente è stato fatto e il finanziamento potrebbe essere andato perduto. Spero, quindi, che l’assessore spieghi quanto accaduto». E ieri, il consigliere, oramai da tempo all’opposizione, ha ribadito e chiesto nuovamente (lo aveva già fatto in occasione della penultima seduta di commissione) alla presidenza della IV commissione di convocare l’assessore alle Politiche sociali «per avere delucidazioni in merito. È necessario – ha puntualizzato l’esponente della minoranza – fare il punto e sapere dalla viva voce dell’assessore cosa possa essere accaduto».

Articoli correlati

top