mercoledì,Aprile 24 2024

Amministrative Vibo, la Lega: «Pretendiamo rispetto. Sì ad apertura a Vito Pitaro»

Il segretario provinciale sottolinea che il suo partito di appartenenza è la seconda forza della coalizione e si rammarica della mancanza di menzione in riferimento, appunto, alla coalizione di centrodestra

Amministrative Vibo, la Lega: «Pretendiamo rispetto. Sì ad apertura a Vito Pitaro»
Tonino Daffinà e Giuseppe Mangialavori

Manca un anno al rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale di Vibo Valentia, ma per le Amministrative del capoluogo sono già caldi i motori e la Lega chiama a raccolta tutto il centrodestra vibonese e le associazioni del territorio. Sul punto interviene il segretario provinciale del partito, Mino De Pinto il quale afferma: «Si fanno sempre più insistenti le voci che vertono su Rosario Varì, attuale assessore regionale allo sviluppo economico, come possibile scelta per la guida della coalizione di centrodestra alle prossime Amministrative 2024 nel capoluogo vibonese. Le ultime voci, vedono una staffetta tra l’attuale sindaco pro tempore Maria Limardo e lo stesso Varì. Infatti, – prosegue De Pinto – anche quest’ultimo pare vicino alla triade Occhiuto-Mangialavori-Daffinà. Altra ipotesi, meno accreditata, è quella che prevede Giulio Nardo, docente universitario, come nome gradito ai forzisti vibonesi. Possibilità di scelta – seppur remote – sono quelle che prevedono la scelta del candidato sindaco ad opera di Fratelli d’Italia». [Continua in basso]

Maria Limardo e Vito Pitaro

Il segretario De Pinto prosegue ed evidenzia «Apprendo su Gazzetta del sud di lunedì 8 maggio 2023 che già trapelano le prime ipotesi sul nominativo che guiderà la coalizione di centrodestra alle prossime elezioni amministrative a Vibo Valentia. Coalizione significa testualmente “unione” e nel contesto della solita vecchia politica vibonese, a malincuore, noto come questa parola stia perdendo di significato. Nell’ articolo di riferimento, nemmeno veniamo citati – precisa l’esponente della Lega -. Qualsiasi governo di coalizione è un esecutivo che nasce dall’alleanza politica su un programma comune. Non trovo affatto corretto questa mancanza di menzione, anche perché siamo la seconda forza della coalizione stessa. Pretendiamo il rispetto che merita ogni partito all’interno di una coalizione che si rispetti! Vorremmo che si venisse a creare un tavolo di confronto tra tutte le forze politiche del centrodestra compresi noi, Udc, Noi con l’Italia e tutte le forze politiche del centrodestra, ma soprattutto una apertura a liste civiche come Città futura guidata da Vito Pitaro che sorregge tutta l’ amministrazione “Limardo” e alle tantissime associazioni del territorio. La finalità sarà quella di una scelta condivisa di un candidato guida del centrodestra alle Amministrative e la condivisione di un programma politico-amministrativo comune».

LEGGI ANCHE: Il Corsivo | Il centrodestra vibonese alle prese con il superamento del sindaco Limardo

top