sabato,Maggio 18 2024

Provincia, arriva il decreto “Salva Vibo”: presto in pagamento gli stipendi arretrati

Disponibili da subito 350mila euro per il saldo di una mensilità, entro il 10 aprile arriverà il resto. Cruciale il ruolo del prefetto Longo e l'interessamento del ministro Minniti. Il presidente Niglia: «Ora può partire la “fase 2”»

Provincia, arriva il decreto “Salva Vibo”: presto in pagamento gli stipendi arretrati

È di pochi minuti fa la notizia di un colloquio telefonico tra il presidente della Provincia Andrea Niglia e il prefetto di Vibo Valentia Guido Longo, nel corso del quale il rappresentante territoriale del Governo ha annunciato che, su fondamentale impulso del ministro dell’Interno Marco Minniti, partirà “immediatamente” un decreto interministeriale per il trasferimento di parte delle anticipazioni spettanti all’Ente intermedio vibonese (per una cifra che si aggira intorno ai 350mila euro) che consentirà di pagare, da subito, uno dei quattro stipendi arretrati dei dipendenti provinciali.

Il prefetto Longo alla Provincia: «Qui per aiutare questo territorio»

La restante parte, ha garantito ancora Longo all’amministratore vibonese, arriverà entro la prima decade di aprile e consentirà di saldare anche le rimanenti spettanze arretrate. Il presidente Niglia ringrazia quindi il prefetto per «l’intervento incisivo e immediato, nonché il ministro dell’Interno Marco Minniti che – ha riferito ancora Niglia – ha preso davvero a cuore la situazione della Provincia di Vibo».

Provincia di Vibo in default, Niglia scrive a quattro ministri

Il presidente della Provincia si è detto altresì convinto che «questa interlocuzione con il prefetto e con il ministro consentirà l’avvio della tanto auspicata “fase 2” dell’amministrazione provinciale e, di conseguenza, il rilancio della stessa Provincia, il che significa la fuoriuscita dal dissesto finanziario, il pagamento puntuale degli stipendi ai lavoratori e risposte ai cittadini per ciò che riguarda l’edilizia scolastica e la viabilità. Su questo – ha garantito infine Niglia – c’è un impegno serio proprio da parte del ministro Minniti».

top