Il Pd di Vibo passa all’attacco: «Maggioranza al capolinea, Costa si dimetta»

Il partito lancia una campagna di affissioni in città e accusa la maggioranza: «Troppo impegnata a spartirsi poltrone tra trasformismi e stampelle»  

Il partito lancia una campagna di affissioni in città e accusa la maggioranza: «Troppo impegnata a spartirsi poltrone tra trasformismi e stampelle»  

Informazione pubblicitaria
I manifesti apparsi a Vibo
Informazione pubblicitaria

«La cittadinanza deve sapere cosa sta avvenendo al Comune di Vibo Valentia. Una maggioranza caratterizzata da trasformisti, cambi di casacca continui che hanno messo in evidenza il falso civismo. Questa è un’amministrazione ormai monocolore Forza Italia che ha portato la nostra città nel degrado più assoluto».

Informazione pubblicitaria

All’indomani del voto delle politiche del 4 marzo e delle ripercussioni che si sono verificate anche all’interno del consiglio comunale di Vibo Valentia, Il Partito democratico vibonese cambia strategia e sceglie una linea più aggressiva nei confronti della maggioranza Costa, tappezzando la città con manifesti in cui si chiedono le dimissioni del sindaco e della maggioranza.

«Sin dall’inizio – si specifica in una nota inviata dal Pd di Vibo a corredo della campagna di affissioni – Costa ha dedicato gran parte del suo tempo per tenere gli equilibri instabili all’interno della sua maggioranza che da subito si è dimostrata incapace di dare risposte ai vibonesi. Oggi pensano a come spartirsi le poltrone dovendo scegliere tra i trasformisti e chi si pone come stampella. Costa e Forza Italia facessero un gesto di responsabilità e si dimettessero. Perdere altro tempo dietro ai giochini di una politica piccola, significherebbe voler male alla nostra città portandola ad un punto di non ritorno. Si dimettessero subito».