venerdì,Settembre 17 2021

L’Istituto Nautico di Pizzo si prepara ad accogliere il Presidente della Repubblica -Video

Il capo dello Stato ha scelto la scuola del vibonese per inaugurare l'anno scolastico. Siamo andati a vedere come ci si sta preparando per questo grande evento

L’Istituto Nautico di Pizzo si prepara ad accogliere il Presidente della Repubblica -Video
Lavori all'Istituo Nautico di Pizzo in vista dell'arrivo del Presidente della Repubblica

C’è chi allestisce il palco, chi passa l’intonaco e chi ritinteggia le pareti. Un’altra squadra di operai sistema gli scalini. È grande il fermento all’Istituto Nautico di Pizzo che si prepara ad accogliere il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha scelto la città costiera del vibonese per inaugurare l’anno scolastico. La solenne cerimonia si svolgerà il pomeriggio del 20 settembre. «Ci stiamo impegnando tutti, dal personale Ata ai docenti, dal Comune alla Provincia, nessun cenno – dice in tono polemico il dirigente scolastico Francesco Vinci – dalla Regione Calabria che spero si faccia viva». [Continua in basso]

Il Nautico, una scuola d’eccellenza

Francesco Vinci dirigente scoalstico Itituto Nautico di Pizzo

È comunque emozionato il preside che da buon padrone di casa ha messo in moto la macchina organizzativa per rendere l’istituto Nautico presentabile, «a costo di lavorare anche di notte, la scuola sarà un gioiello». La cerimonia sarà un’importante vetrina per tutta la Calabria «un motivo di orgoglio per Pizzo e per la nostra scuola, uno dei pochi istituti di eccellenz adi tutta Italia che prepara gli studenti a diventare Comandanti di nave e direttori di macchine. Allievi che dopo il diploma trovano subito occupazione».

Riattivare la fermata di Pizzo

Un istituto frequentato da studenti provenienti da tutta la Calabria. Da qui l’appello del dirigente scolastico affinché le istituzioni preposte riattivino la fermata della stazione ferroviaria ubicata a pochi passi dall’istituto: «Uno scalo che fino a pochi anni fa agevolava gli studenti nei loro spostamenti e che oggi è stato inspiegabilmente soppresso».

Articoli correlati

top