sabato,Giugno 22 2024

Conservatorio di Musica di Vibo, Antonello Scalamandré nuovo presidente

Pervenuto il decreto del ministro. Prima visita nella sede di via Corsea per incontrare il direttore del “Torrefranca” Vittorino Naso e il personale tecnico-amministrativo

Conservatorio di Musica di Vibo, Antonello Scalamandré nuovo presidente
Antonello Scalamandré
Il Conservatorio "Torrefranca" di Vibo
Il Conservatorio di Musica di via Corsea

È pervenuto da parte del ministro il decreto per la nomina del nuovo presidente del Conservatorio di Musica “Fausto Torrefranca”di Vibo Valentia. La scelta è ricaduta sull’ingegnere Antonello Scalamandrè, apprezzato professionista e dirigente del Liceo Statale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia. Nella sua prima visita presso la sede di via Corsea, il neo presidente, nell’esprimere il suo ringraziamento al ministro, ha assicurato tutto il suo impegno a favore del Conservatorio.

Ha, quindi rivolto un saluto al direttore, Vittorino Naso, ai docenti, al personale tecnico-amministrativo tutto, nella certezza che «insieme il Conservatorio di Vibo Valentia potrà, nella massima trasparenza delle procedure, affrontare le nuove sfide legate anche al riordino dell’alta formazione e alla complessa situazione epidemiologica. Importante – ha aggiunto Antonello Scalamandré – sarà la collaborazione e il sostegno che verranno dagli operatori politici, culturali ed economici del territorio che devono unirsi al Conservatorio perché questa importante istituzione possa non solo continuare ad esistere ma svilupparsi, specie dopo l’assegnazione al “Torrefranca” dell’ex Convento dei Gesuiti». [Continua in basso]

Il direttore del Conservatorio Vittorino Naso (foto Guido Milli)

Il direttore Vittorino Naso, a nome personale e del Conservatorio tutto, ha espresso la soddisfazione per la scelta da parte del ministro di «un egregio professionista della società vibonese», e si è dichiarato sicuro della collaborazione di tutti gli enti preposti perché si rafforzi sempre di più nel territorio questa realtà culturale così importante rappresentata dal Conservatorio, «imprescindibile punto di riferimento sociale, culturale e ambientale». Con l’occasione tutti i presenti hanno voluto augurare buon lavoro al nuovo presidente sempre nello spirito della più ampia collaborazione, nell’intento di fare progredire la realtà di una istituzione formativa a livello nazionale.

Il direttore, nell’augurare anche lui buon lavoro al nuovo presidente si è detto infine certo che «il comune lavoro assicurerà all’istituzione musicale vibonese nuova linfa perché possa continuare nella strada percorsa e candidarsi a essere sicuro punto di riferimento per le attività formative professionalizzanti nel campo della musica nell’area centrale della Calabria».

Articoli correlati

top