lunedì,Settembre 26 2022

Il cammino di Sant’Antonio fa tappa a Pizzo: in città una reliquia del Santo di Padova

Ottocento anni fa il canonico portoghese partiva a piedi da Milazzo per raggiungere Assisi, oggi un gruppo di pellegrini ripercorre i suoi passi. L'arrivo nel centro vibonese è previsto per l'11 luglio

Il cammino di Sant’Antonio fa tappa a Pizzo: in città una reliquia del Santo di Padova

Nella primavera del 1221, il canonico portoghese Fernando Martins, che diventerà uno dei santi più venerati della religione cristiana con il nome di Antonio, dopo un naufragio sulle coste siciliane, partì da Milazzo alla volta di Assisi dove avrebbe incontrato San Francesco. Un’antichissima tradizione popolare, tramandata di padre in figlio nella città napitina, narra che il Santo di Padova, durante il viaggio verso Assisi, fece sosta a Pizzo, dove alloggiò in un convento che da Lui prenderà nome e che verrà distrutto dal terremoto del 1783.
Nella ricorrenza dell’800° anniversario di quel viaggio, un gruppo di pellegrini è partito il 30 giugno dalla spiaggia di Milazzo, luogo del naufragio, per arrivare a Padova domenica 9 ottobre, attraversando tutta l’Italia. Lunedi 11 luglio, il Cammino, i pellegrini e la reliquia maggiore di Sant’Antonio arriveranno a Pizzo dopo ottocento anni dalla data in cui il Santo venne ospitato in città. [Continua in basso]

Secondo il programma, i pellegrini verranno accolti alle ore 10.15 presso la Cappella del Santo nel quartiere Sant’Antonio, da dove poi raggiungeranno il Santuario di San Francesco di Paola. Durante la giornata, la reliquia sarà esposta alla venerazione dei fedeli presso il predetto santuario che rimarrà aperto per l’intera giornata e, durante il pomeriggio, sarà portata in visita agli anziani della casa di riposo “P.Vincenzo Idà” in via Nazionale. Alle ore 19, in Santuario, verrà celebrata una messa solenne alla presenza delle autorità civili e militari. È anche prevista una testimonianza dei pellegrini del Cammino.

Al piccolo gruppo di pellegrini, partiti da Milazzo, potranno aggiungersi lungo il percorso, liberamente, altre persone. I “camminatori” portano con sé, in uno speciale zaino, una reliquia “ex ossibus” del Santo. Saranno, in totale, 1800 i chilometri percorsi fino alla Basilica di Padova, attraversando nove regioni in 103 giorni (alcune domeniche, come facevano i pellegrini medievali, la staffetta farà sosta).

Articoli correlati

top