martedì,Giugno 18 2024

Mileto, il sindaco sulla gestione dei rifiuti: «Uno spreco spendere 400 mila euro l’anno di discarica»

Giordano invita i cittadini del Vibonese a incentivare la raccolta differenziata e illustra quanto emerso dall'incontro Ato con il commissario Gualtieri

Mileto, il sindaco sulla gestione dei rifiuti: «Uno spreco spendere 400 mila euro l’anno di discarica»
La riunione Ato con il commissario Gualtieri
giordano fortunato salvatore
Il sindaco Giordano

All’indomani della riunione dell’Ato di Vibo Valentia, in cui il commissario regionale ad hoc Bruno Gualtieri ha evidenziato ai sindaci del territorio che per legge da gennaio 2023 i servizi idrici e quelli relativi ai rifiuti passeranno alle due rispettive società pubbliche Arrical e Sorical, arriva la sorta di grido d’allarme lanciato dal primo cittadino di Mileto, Salvatore Fortunato Giordano, riguardo ai costi attuali pagati per la spazzatura dal proprio Comune. Allo stato, la spesa annuale in discarica per l’ente territoriale ammonta a circa 400 mila euro. Un vero e proprio “salasso” per le casse comunali, a cui si somma «il danno ambientale che stiamo vivendo in questi giorni di mancato utilizzo. Nel frattempo i costi in discarica rimangono elevati: 350 euro a tonnellata per l’indifferenziata e 200 euro circa per l’umido. Pertanto – sottolinea il sindaco rivolto ai suoi concittadini – l’unica soluzione è comportarsi bene e fare ognuno adeguatamente la differenziata. Una famiglia che oggi si lamenta di pagare 400 euro all’anno deve sapere che quei soldi bastano per recuperare circa 5/6 sacchi di “nero” dati i costi elevati. È quindi necessario adeguare i propri comportamenti, perché una volta differenziato regolarmente vetro, carta, plastica, umido, ingombranti etc. (questo servizio continua a funzionare anche in presenza dei blocchi delle discariche per l’indifferenziata), in casa dovrebbe restare poco o niente. Invece vediamo in giro tanti sacchi neri del tutto ingiustificati. Per cui regoliamoci, i vigili urbani e la ditta preposta verranno chiamati ad un maggiore controllo, perché spendere 400 mila euro all’anno di discarica appare veramente uno spreco». [Continua in basso]

Il sindaco di Mileto definisce, poi, interessante l’incontro avuto con il commissario Gualtieri. Il passaggio delle competenze alle nuove Arrical e Sorical, del resto, apporterà diverse novità. Tra queste, il fatto che i ruoli dei servizi predetti non saranno più a carico dei Comuni ma di queste società, che provvederanno sia alla formazione che alla riscossione. Sui rifiuti, tra l’altro, verrà redatto un Progetto d’Ambito che prevede la realizzazione nel Vibonese di una discarica nel territorio del Comune di Dinami, con possibile abbattimento dei costi dell’indifferenziato da 350 euro a 80 euro a tonnellata. Sarà inoltre creato un deposito pubblico a Catanzaro per lo smaltimento dell’umido, che sarà trattato con sistemi moderni per la produzione non solo di ammendante (concime) ma anche di biometano, con conseguente abbattimento dei costi da 170 euro a 50 euro a tonnellata. Per quanto riguarda il territorio provinciale, infine, esso verrà diviso in due sotto ambiti.

«Insomma un bel programma – evidenzia il primo cittadino di Mileto – fermo restando che a quel punto i servizi sul territorio, soprattutto quelli straordinari oggi a carico per tradizione del Comune, saranno a pagamento. Ad esempio, per le feste e le manifestazioni ci saranno dei tariffari. La raccolta e la pulizia dei siti utilizzati per queste manifestazioni (sagre, feste padronali e altro ancora) avranno dei costi che qualcuno dovrà pur pagare. Pertanto, è bene differenziare».                    

Articoli correlati

top