mercoledì,Maggio 12 2021

Vibo, il sindaco Limardo affida la città a Sant’Antonio di Padova

L'atto di consacrazione si è compiuto nel corso di una solenne celebrazione nella chiesa del Convento dei Cappuccini

Vibo, il sindaco Limardo affida la città a Sant’Antonio di Padova
Don Michele Vinci con il sindaco Limardo e il presidente Solano

In tempi di pandemia, ViboValentia ritrova la sua identità cristiana e si mette sotto la protezione amorevole di Sant’Antonio di Padova. Nella ricorrenza di ieri, 13 giugno, infatti, il sindaco MariaLimardo ha affidato la città capoluogo al grande taumaturgo portoghese. L’atto di consacrazione si è compiuto nella chiesa del Convento dei Cappuccini nel corso di una solenne celebrazione eucaristica presieduta da don MicheleVinci. Alla messa ha partecipato anche il presidente della Provincia SalvatoreSolano e numerosi esponenti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Limardo. Il primo cittadino, nell’occasione, ha recitato anche una preghiera a Sant’Antonio da Padova.

Nella sua omelia don Vinci ha posto l’accento sulla preziosa eredità spirituale elargita a piene mani dal francescano di Lisbona nel corso dei suoi 36 anni di vita. Un richiamo alla santità «per tutti noi plasmati come tempio di Dio», da parte di un presbitero «che ha avuto un amore viscerale verso i deboli e i poveri. Su questo esempio – ha concluso il sacerdote – impariamo ad essere più sobri, magari curando maggiormente  l’aspetto interiore  e il bene dell’anima». Al termine della sacra funzione don Vinci, quale ulteriore sigillo dell’atto di consacrazione della città, ha omaggiato il sindaco Limardo con un’artistica statua di Sant’Antonio in terracotta, da porre nel suo ufficio all’interno di Palazzo “Luigi Razza”.

top