Superlega, ancora un passo falso per Vibo: a Milano passa l’Allianz

Ottava sconfitta in nove gare di campionato per la formazione di coach Cichello che torna a mani vuote dalla trasferta lombarda. Mengozzi: «Buttato via un set»
Ottava sconfitta in nove gare di campionato per la formazione di coach Cichello che torna a mani vuote dalla trasferta lombarda. Mengozzi: «Buttato via un set»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ci prova ma non riesce a portare a casa il secondo successo della stagione la Tonno Callipo Calabria che, all’Allianz Cloud sul campo della Powervolley Milano, subisce la furia dei padroni di casa troppo determinati a conquistare la prima vittoria interna sotto gli occhi del proprio pubblico. Così nel posticipo della nona giornata di SuperLega i calabresi restano inchiodati al penultimo posto della classifica con 5 punti. Un’altra occasione sprecata per Baranowicz e compagni che per chiudere la prima fase del torneo dovrà ancora disputare il match casalingo contro Monza e quello esterno (ancora più proibitivo) contro Modena. Dall’altro lato la squadra di mister Piazza centra perfettamente l’obiettivo che si era prefissata dopo il ko arrivato al quinto set alla Kioene Arena di Padova domenica scorsa: riconquistare la quinta posizione nella graduatoria. La formazione meneghina, al termine di una partita ostica e combattuta, si è imposta in 4 set sulla Tonno Callipo con i parziali 22-25, 25-17, 25-19, 25-18 in 1 e 39 minuti. Nel primo e terzo set i calabresi hanno messo in campo un buon gioco riuscendo a tenere testa ai milanesi mentre hanno dimostrato di perdere velocemente il contatto con gli avversari negli altri due parziali, travolti dal servizio avversario (con un Nimir particolarmente prolifico) e dai propri errori soprattutto in battuta. Cichello schiera nello starting six il capitano Baranowicz in palleggio, Drame Neto opposto, Carle e Defalco schiacciatori laterali, Chinenyeze e Mengozzi al centro della rete e Marco Rizzo libero. Risponde Piazza con Sbertoli in cabina di regia, Abdel-Aziz opposto, Clevenot e Kozamernik al centro, Gironi e Petric (Mvp) di banda, Pesaresi libero.

Informazione pubblicitaria

Nel primo set partono meglio i padroni di casa che si portano subito in vantaggio (7-2). Vibo però prende consapevolezza dei propri mezzi. Prima Abouba con un attacco pungente e poi Chinenyeze che chiude la porta in faccia agli avversari fanno in modo che i calabresi accorcino le distanze (9-8), ma Milano continua a spingere dalle bande con Clevenot e Abdel-Aziz e si riprende subito (12-10). La Callipo pareggia i conti sul 13-13 con Carle e Defalco. Grazie a un potente Carle in battuta, la squadra ospite si riprende e sorpassa (15-17). Da qui la Tonno Callipo alza la voce con Aboubacar (7) scatenato sia in attacco che con la battuta. Viaggia sempre con due punti di vantaggio fino al punto di Defalco che chiude per 22-25.

Il secondo parziale parte punto a punto, ma poi è Milano a dominare con Nimir inarrestabile (6-2). Troppi errori da parte degli ospiti che si dimostrano in difficoltà. Mister Cichello sul 12-5 chiama time-out e cerca di dare le misure ai suoi: i risultati arrivano, perché Aboubacar e Chinenyeze riducono le distanze per i calabresi. E’ un gran momento per Vibo che recupera fiducia in se stessa (13-11). Nonostante questo, la squadra di casa resta avanti e si stacca spingendo in battuta con Abdel-Aziz (1 ace). Un Clevenot inarrestabile trascina i suoi verso la volata finale portando a 4 punti il vantaggio (20-16). La Callipo non riesce a rimontare e Milano si aggiudica il set 25-17.

Anche il terzo set parte punto a punto (5-5) ma poi è la formazione calabrese a premere sull’acceleratore e a viaggiare in vantaggio +3. Milano però reagisce e Clevenot inizia a segnare aprendo la strada del sorpasso (15-14). Petric (9) scarica bombe e trascina i suoi verso la fase finale (21-18). Ed è proprio lui con la battuta che si procura il set point: Kozamernik chiude 25-19. Il quarto set è da subito a favore dei padroni di casa che con un muro efficace e Nimir in battuta (5-1) mettono in difficoltà i giallorossi. Da questo momento Vibo non riesce più a riprendere le redini del gioco e subisce la precisione in attacco dei padroni di casa. Mister Cichello manda in campo Vitelli, Marsili e Hirsch (19-10). Nulla da fare però per i calabresi. Un errore in battuta di Aboubacar alla fine regala il set e il match all’Allianz Milano per 25-18.

La dichiarazione del centrale Stefano Mengozzi al termine della gara: «In questo momento i risultati non ci stanno premiando e non ci aiutano ad affrontare con positività gli allenamenti. Dico sempre però che dobbiamo pensare alle cose positive dalle sfide e dobbiamo stare tranquilli. Anche oggi abbiamo iniziato bene con il primo set e con il terzo set che abbiamo buttato via. Potevamo fare un punto che per noi sarebbe stato molto importante».

Il tabellino della partita: Allianz Milano-Tonno Callipo Vibo Valentia 3-1 (22-25, 25-17, 25-19, 25-18)

ALLIANZ MILANO: Nimir 18, Hoffer, Basic, Kozamernik 8, Izzo ne, Sbertoli 3, Petric 20, Gironi 8, Weber ne, Clevenot 11, Pesaresi (L). All. Piazza.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Mengozzi 6, Marsili, Pierotti, Aboubacar 17, Vitelli 1, Ngapeth, Carle 15, Chinenyeze 5, Rizzo (L), Sardanelli (L) ne, Defalco 6, Hirsch, Baranowicz 2. All. Cichello.

Arbitri: Stefano Cesare, Roberto Boris

Allianz Milano: bs 21, ace 8, ric. pos. 51%, att. 47%, muri 14. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 19, ace 5, ric. pos. 39%, att. 41%, muri 7.