Carattere

Tonnellate di rifiuti di ogni tipo abbandonati tra le campagne. Uno scempio a cielo aperto che inquina coltivazioni e falde acquifere

Abbandono di pneumatici a Filandari
Ambiente

 

«La situazione sta diventando veramente terribile. È una fitta al cuore vedere questo nostro territorio in queste condizioni». Il consigliere comunale di minoranza di Filandari, Francesco Artusa, ci accompagna in una zona in aperta campagna del piccolo centro vibonese. Lo scenario è apocalittico: cumuli e cumuli di rifiuti, ingombranti, eternit, materiali di risulta, carcasse arrugginite, fiumi di pneumatici. Uno scempio a cielo aperto che inquina coltivazioni e falde acquifere. Qui, incuria, abbandono, inciviltà hanno costruito una vera e propria bomba ecologica pronta ad esplodere. Rifiuti di ogni genere, quintali di spazzatura abbandonati tra le campagne a pochi passi dal centro abitato. Per Artusa non è gente di Filandari ad essere responsabile di tutto ciò. «Per un buon 90 per cento vengono da fuori. Qui la raccolta differenziata c’è e funziona bene e anche gli ingombranti vengono raccolti casa per casa. È gente che trova terreno fertile e approfitta dei pochi controlli».

Seguici su Facebook