Carattere

I ragazzi hanno dato vita alla manifestazione ecologista organizzata dal circolo con la partecipazione delle scuole, della Capitaneria di porto, della Scuola cani di salvataggio e di tanti altri partners

Ambiente

Due altre tappe, due altri grandi successi per la manifestazione ecologista di Legambiente “Spiagge e fondali puliti”, che in questi giorni ha visto la carovana gialla dirigersi sui litorali di Santa Maria di Ricadi e Colamaio 2 di Pizzo Calabro

A Ricadi protagonisti assoluti gli studenti dell’istituto comprensivo guidato dalla dirigente Maria Salvia ed anche della vicina Spilinga. Molti i partecipanti, tra questi: la Capitaneria di porto; la Scuola italiana cani di salvataggio Calabria; l’Istituto culturale relazioni euromediterranee; Tropea. Biz; Sammontana; i Diving Mondo Blu, Tirrenian e Tropea Sub i quali coadiuvati dai noleggi nautici, Fly Board Calabria, Mare Service e  Old Well hanno curato la pulizia dei fondali e delle tante calette che caratterizzano la costa, e numerose altre associazioni locali che hanno voluto contribuire alla riuscita dell’iniziativa. Le attività sono iniziate con  gli interventi di Franco Saragò, ricadi legambiente spiagge pulite 2presidente del circolo Legambiente di Ricadi ed organizzatore dell'evento, e della dirigente Maria Salvia, che nel rivolgersi rivolgendosi agli studenti ha sottolineato l’importanza della scuola nella formazione dei giovani anche in ordine alle tematiche ambientali. Per la Capitaneria presenti il sottotenente di vascello Alessio Fumarola, il maresciallo capo Vincenzo Del Rosso, comandante della Locamare Tropea e il guardiamarina Valerio Incutto. Dopo i saluti di Anna Purita, in rappresentanza dell’Icre, e di Davide Schiariti in rappresentanza dei Diving, è stata la volta dei volontari della Scuola cani di salvataggio, coordinata da Andrea Barone. Le attività sono proseguite per l’intera mattinata con la pulizia della spiaggia ad opera dei ragazzi, dei loro genitori, degli insegnanti, delle associazioni e dei tanti volontari presenti ed hanno prodotto la raccolta di numerosi sacchi di rifiuti, composti prevalentemente da plastica. Come detto, analoga iniziativa si è svolta anche a Pizzo.

Come detto, analoga iniziativa si è svolta anche a Pizzo (in fondo, il servizio tv), in questo caso sostenuta dal Centro servizi volontariato di Vibo Valentia. In una nota, il direttore del Csv Maurizio Greco afferma: «Il bilancio che viene fuori dalla giornata ecologica è un diffuso malcostume che vuole essere combattuto dalla cittadinanza attiva, fatta di gente responsabile e consapevole». Hanno partecipato alla manifestazione, molti enti e associazioni. Tra queste: Arci caccia e pesca, Prociv Augustus, Acqua della vita, Fare ambiente, Guardie zoofile, Consorzio di bonifica, Servizio civile, le scuole superiori di Pizzo e Filadelfia, la Guardia costiera, l’assessorato all’Ambiente del Comune di Pizzo. Greco si è detto molto soddisfatto: «Per volontariato ambientale intendiamo parlare di azioni di lavoro concreto, di difesa e conservazione delle risorse naturali, di educazione e sensibilizzazione ambientale per promuovere una società sostenibile in equilibrio con l’ambiente».

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook