giovedì,Giugno 13 2024

Kalabria coast to coast sul Time, i promotori: «Così si scopre la bellezza della nostra terra»

L’associazione Kalabria Trekking di Pizzo soddisfatta per l’inserimento del cammino tra le mete da esplorare secondo il noto magazine

Kalabria coast to coast sul Time, i promotori: «Così si scopre la bellezza della nostra terra»

«Il cammino Kalabria Coast to Coast percorso escursionistico di 55 km che partendo da Soverato giunge a Pizzo attraversando le Serre calabre e che ha incantato Aryn Baker, giornalista del Time che lo ha percorso insieme ad altri due colleghi appassionati escursionisti in un piovoso fine settimana dello scorso mese di maggio, è stato ideato ed è curato quotidianamente dall’associazione Kalabria Trekking che ha sede a Pizzo fin dal 2013». Lo affermano in una nota stampa il presidente di Kalabria Trekking Lorenzo Boseggia e il vicepresidente Nino Calafati rimarcando le origini del progetto «frutto di una serie di protocolli d’intesa stipulati tra l’associazione e le amministrazioni comunali e territori montani e premontani attraversati dal cammino, Soverato, Montepaone, Petrizzi, Chiaravalle Centrale, San Vito sullo Ionio, Polia, Capistrano, Monterosso Calabro, Maierato e Pizzo». [Continua in basso]

Dalla prima camminatrice, Antonella Soccini, proveniente dalla provincia di Brescia che il 27 luglio 2020 ha tagliato idealmente il nastro di partenza, ad oggi è stato percorso da circa 2000 appassionati di turismo sostenibile e cammino lento provenienti da ogni parte del mondo: «Il riconoscimento del prestigioso magazine Time che proprio grazie al Cammino Kalabria Coast to Coast inserisce questi luoghi di Calabria come unica meta italiana tra le 50 straordinarie destinazioni da esplorare nel mondo, ci emoziona, ci inorgoglisce e ci ripaga della fatica e degli sforzi che quotidianamente i soci dedicano gratuitamente ai camminatori, attraverso la pulizia e manutenzione dei sentieri, l’assistenza virtuale, il supporto logistico e l’accoglienza. Invitiamo – aggiungono Boseggia e Calafati – tutti a percorrerlo con noi o in autonomia per scoprirne il carattere autentico e meravigliarsi della straordinaria bellezza di territori che racchiudono un’enorme biodiversità che va dal mare cristallino, paradiso dell’hippocampus ai borghi che custodiscono storia e tradizioni, alle incantate foreste di faggi fino all’ oasi del lago Angitola meta privilegiata dell’airone cenerino e dello svasso maggiore, passando per i ruderi della misteriosa Rocca Angitola fino ad arrivare sulla costa degli dei».

E ancora: «Sarebbe un onore per noi – concludono – accompagnare il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, come massimo rappresentante del mondo politico calabrese, lungo il Cammino per fargli vivere “l’esperienza entusiasmante e magica” come l’ha definita il Time e festeggiare insieme questo importante riconoscimento internazionale che ha dato lustro alla nostra regione e avere modo così di mostrare come il sostegno di cui si ha bisogno non sia necessariamente economico quanto quello di conoscere, tutelare, apprezzare e valorizzare un modello di sviluppo e turismo realmente sostenibile realizzato dal basso, su base volontaria e senza alcun impiego di finanze pubbliche».

Articoli correlati

top