“Bomba ecologica” nel sito Ecocall, la denuncia di “Vazzano bene comune”

Il gruppo politico segnala la grave situazione di pericolo ambientale nel sito nato per trattare gli scarti delle lavorazioni e che si è invece trasformato in una discarica
Il gruppo politico segnala la grave situazione di pericolo ambientale nel sito nato per trattare gli scarti delle lavorazioni e che si è invece trasformato in una discarica
Informazione pubblicitaria
Il percolato in strada che scende dalla discarica

Odore nauseabondo, percolato che si riversa sulla strada comunale, cumuli di rifiuti che hanno totalmente riempito l’intera area dello stabilimento Ecocall di Vazzano. Una situazione esasperante denunciata dal gruppo politico “Vazzano bene comune” che spiega come la discarica accoglie attualmente rifiuti dalla provincia di Vibo Valentia e Reggio Calabria, con gravi danni all’ambiente. Siamo andati a verificare le analisi che l’azienda di proprietà di Ecologia Oggi ha fornito alla Regione Calabria. Abbiamo constatato – spiega “Vazzano bene comune” – che i valori sono tutti al limite della soglia consentita ed in tutto questo le autorità fanno finta di non vedere. Il tema ambientale in passato è stato gravemente sottovalutato con conseguenze devastanti sulla salute e la qualità della vita. La grave crisi nel settore dei rifiuti che attanaglia la nostra regione sta portando a delle scelte emergenziali poco rispettose dei diritti dei cittadini. Un impianto che era sorto con ben altre finalità, oggi si trova a trattare i rifiuti della nostra provincia e di altri comuni delle province limitrofe. Eppure le scelte di un tempo non erano queste. [Continua dopo la pubblicità]

Ecocall doveva limitarsi a trattare gli scarti di lavorazioni e non i rifiuti organici. Avanziamo, pertanto, dei dubbi sulla corretta funzionalità dell’impianto e chiediamo che vengano attivati dei controlli per verificare che tutto funzioni correttamente e non ci siano conseguenze per i cittadini. Dalle foto allegate si può verificare quanto da noi denunciato. Il cattivo odore è insopportabile: il percolato fuoriesce dai muri dello stabilimento e si riversa sulla strada comunale che costeggia il fiume Mesima. Noi come gruppo politico “Vazzano Bene Comune” non possiamo non denunciare quanto sta accadendo, a tutela della salute e dell’ambiente circostante, sperando che qualche autorità prenda provvedimenti, visto che il nostro sindaco forse ha il naso e gli occhi tappati”.

LEGGI ANCHE: Discarica a Sant’Onofrio, ennesimo appello alla rinuncia

Incendio nella discarica di San Gregorio, ecco i risultati delle analisi sul suolo

Vibo, l’opposizione: «Località Celantonio è una discarica». Bruni: «È della Provincia»