“Comuni ricicloni”, Mongiana il più virtuoso del Vibonese: raccolta differenziata al 76,6%

È l’unico Ente della provincia ad entrare in una top-ten occupata da piccoli centri del Cosentino. Vibo Valentia penultima nella classifica delle province (23,9%) 

È l’unico Ente della provincia ad entrare in una top-ten occupata da piccoli centri del Cosentino. Vibo Valentia penultima nella classifica delle province (23,9%) 

Informazione pubblicitaria
Il Museo della Fabbrica d'armi di Mongiana
Informazione pubblicitaria

Giornata dedicata ai comuni virtuosi della Calabria nell’ambito della raccolta differenziata dei rifiuti quella che la Regione ha ospitato oggi nella Cittadella a Catanzaro con Legambiente, Conai e molti protagonisti dell’impresa del settore. 

Informazione pubblicitaria

Tra gli appuntamenti in programma, la terza edizione di “Comuni ricicloni” in cui sono stati presentati i dati del Dossier 2017 e premiati i sindaci e le buone pratiche delle realtà sul territorio che si sono particolarmente distinte, conquistando le più alte posizioni in classifica. All’incontro hanno preso parte tra gli altri l’assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo, il presidente di Legambiente Calabria Francesco Falcone, Antonio Nicoletti della segreteria nazionale di Legambiente, il dirigente regionale all’Ambiente Orsola Reillo, Fabio Costarella del Conai. 

I comuni più virtuosi ricadono tutti nella provincia di Cosenza con una significata eccezione che invece parla vibonese. Si tratta del comune di Mongiana che si piazza al nono posto in Calabria con una raccolta pari al 76,6 per cento. Al primo posto il Comune di Casole Bruzio – oggi facente parte di Casali del Manco dopo la fusione tra Comuni – che si conferma ancora una volta in testa con il 91,8% di percentuale di raccolta differenziata. A seguire: San Giorgio Albanese (85,3%), San Benedetto Ullano (84,2%), Pietrafitta (82,8%), San Vincenzo La Costa (81,7%), Civita (78,9%), Carolei (78,8%), e San Pietro in Guarano (77,5%) e, appunto, Mongiana (76,6%). 

Tra le Province più virtuose continua a rimanere al comando Cosenza con il 42,7%, seguita da Catanzaro con il 38%, Reggio Calabria (24,9%), Vibo Valentia (23,9%) e Crotone (18,2%). Tra i piccoli Comuni con popolazione inferiore ai cinquemila abitanti troviamo ben 37 Comuni ricicloni e altri 59 si attestano attorno al 50%. 

«Rispetto allo scorso anno – ha detto il presidente di Legambiente Calabria Falcone – i Comuni che nella nostra regione hanno superato il 65% di raccolta differenziata sono più che raddoppiati, passando da 20 a 47. Si tratta di un risultato incoraggiante e dimostra che sono proprio i Comuni più piccoli quelli più virtuosi». 

La Regione, secondo l’assessore all’Ambiente Rizzo «sta svolgendo un’intensa attività nel settore dei rifiuti. Innanzitutto, il nuovo piano regionale della gestione dei rifiuti atteso da 9 anni, con un imperativo: discariche zero e un nuovo sistema impiantistico distribuito sui territori regionali. Poi, l’incentivazione alla raccolta differenziata con due bandi Por in favore dei Comuni per un importo complessivo di 33 milioni di euro».