Uova di Pasqua, clown e cioccolatini per i bimbi della Pediatria dell’ospedale di Vibo

L’idea dei pizzaioli vibonesi e dell’associazione Umani ha regalato un sorriso ai bambini rimasti incantati dall’evento

L’idea dei pizzaioli vibonesi e dell’associazione Umani ha regalato un sorriso ai bambini rimasti incantati dall’evento

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Andare oltre le pizze per portare un sorriso a tutti i bambini che soffrono ed in vista della creazione di una scuola per baby pizzaioli e per i bimbi down al fine di farli sentire uguali agli altri. Con questo intento, domenica di Pasqua alle ore 10 nel reparto Pediatria dell’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia, il Movimento pizzaioli italiani e la scuola nazionale pizzaioli professionisti – gestita dall’istruttore Fortuna Francesco, con supervisore la compagna Irene Malfará e coordinatori Nicola Mirarchi Nicola e Gaetano Tolomeo – ha pensato di regalare ai bambini ricoverati delle uova di Pasqua. All’associazione Umani (presidente Stefano Scrugli e vice presidente Mimma Scrugli) che ha collaborato a far nascere l’iniziativa è stata invece affidata la consegna di cestini con cioccolatini preparati dai bambini disabili e autistici per i tutti i bimbi ricoverati. Insieme ai pizzaioli, anche i clown ed il piccolo Samuel intento ad esibirsi dinanzi ai bambini con la pizza freestyle. Presenti all’evento anche i pizzaioli Raffaele Molino, Roberto Raniti, Giuseppe Franzone, Marco Ferraro e Francesco Zavaglia. Una giornata diversa, dunque, per i bimbi ricoverati in ospedale a Vibo con i pizzaioli che prima ancora della passione e dell’arte, che contraddistingue la loro professione, in questo caso hanno messo il cuore in un’iniziativa che ha riscosso grande successo.

Informazione pubblicitaria