Serra San Bruno diventa “Città”, la soddisfazione del sindaco Tassone

Il decreto di conferimento del titolo firmato dal presidente Mattarella. Il primo cittadino: «Comunità pronta per raggiungere obiettivi ambiziosi»

Il decreto di conferimento del titolo firmato dal presidente Mattarella. Il primo cittadino: «Comunità pronta per raggiungere obiettivi ambiziosi»

Informazione pubblicitaria
Uno scorcio di Serra San Bruno
Informazione pubblicitaria

«Il conferimento del titolo di Città rappresenta un altro importante risultato che si inscrive nella storia di Serra San Bruno». Con orgoglio, il sindaco Luigi Tassone ha commentato la firma da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del decreto che conferisce a Serra il titolo di Città, durante una conferenza stampa che si è svolta stamattina nella sede del palazzo municipale, alla presenza anche dei componenti dell’amministrazione comunale. 

Informazione pubblicitaria

A giudizio di Tassone, quello ottenuto non è altro che «il risultato del lavoro di tutti coloro i quali hanno creduto in questa piccola ma significativa svolta, aiutandoci a raccontare le molteplici ricchezze e potenzialità di una comunità che si è messa in cammino per raggiungere obiettivi ambiziosi. Un ringraziamento al prefetto di Vibo Valentia, Guido Longo, il quale ha espresso parere positivo rispetto alla richiesta da noi presentata; così come al ministro dell’Interno, Marco Minniti, al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’onorevole Bruno Censore per aver seguito tutto l’iter e a tutti coloro i quali hanno collaborato alla stesura della relazione». In ogni caso, si tratta comunque di un primo passo: «Questo riconoscimento – precisa infatti il sindaco – sollecita tutti noi al rinnovato adempimento dei doveri civici, esortandoci a contribuire attivamente, con passione, competenza, responsabilità – ciascuno nella propria quotidianità – alla crescita della Città di Serra San Bruno».