Carattere

È quanto è emerso dalle indagini dell’operazione Bravo che questa mattina ha portato all’arresto di due persone ritenute al vertice di una rete di spaccio operante nel centro costiero vibonese. sequestrati 4,5 chili di marijuana

La conferenza stampa di questa mattina
Cronaca

Doveva morire per non aver saldato un debito di droga di circa 300 euro, Luca Santaguida, 29enne di Briatico,  finito, il 10 gennaio scorso, nel mirino di Riccardo Melluso, 27 anni, e Graziano Spasaro, 41 anni, entrambi di Briatico e destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia. Ordinanza eseguita nella serata di ieri dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con il supporto di quelli di Vimercate e Cassano d’Adda, comuni dell’hinterland milanese. I due sono ritenuti responsabili in concorso, a vario titolo, del tentato omicidio ai danni di Santaguida e, inoltre, di estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma nell'ambito dell'operazione denominata "Bravo" (dalla vettura utilizzata dai due arrestati), Santaguida veniva raggiunto da 4 colpi di arma da fuoco fra i quali uno che lo colpiva alla testa. Dalla ricostruzione investigativa compiuta dagli inquirenti è emerso che ad esplodere i colpi materialmente fu Spasaro e che quest’ultimo, agendo alla presenza e per conto di Melluso, feriva gravemente il giovane dopo che entrambi avevano tentato di estorcergli la somma di 300 euro derivante da acquisti pregressi di stupefacente non pagato

Entrambi gli arrestati sono ritenuti inoltre al vertice di un’organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti operante a Briatico. Ad aggravare il quadro complessivo, riferiscono i carabinieri, «vi è da un lato il fatto che il gesto gravissimo e potenzialmente letale sia stato compiuto al fine di conseguire una somma irrisoria, dall’altro che entrambi i soggetti abbiano da subito fatto perdere le loro tracce nascondendosi alle forze dell’ordine finanche a trasferirsi nelle periferie di Milano». Nel complesso, le attività svolte hanno consentito di sequestrare 4,5 chili di sostanza stupefacente del tipo marijuana e di arrestare un altro giovane di Briatico, Giuseppe Melluso, 23 anni, fratello di Riccardo. Nel corso dell'interrogatorio di garanzia che si è svolto stamane dinanzi al gip, Graziano Spasaro, difeso dall'avvocato Giuseppe Bagnato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. 

LEGGI ANCHE:

Tentato omicidio, estorsione e spaccio: arrestati due giovani di Briatico

Tentato omicidio, estorsione e spaccio: arrestati due giovani di Briatico

Nascondeva 5 chili di marijuana, 23enne di Briatico ai domiciliari

Seguici su Facebook