Carattere

Il Tribunale del Riesame di Vibo annulla il sequestro del gip e libera un’area in località Tono. Sbagliata la relazione di servizio di un ausiliario di polizia, dipendente del Comune di Ricadi

Cronaca

Il Tribunale del Riesame di Vibo Valentia ha annullato il decreto di sequestro emesso dal gip nei confronti dell’area antistante il villaggio turistico di Vincenzo Carone, 69 anni, di Santa Domenica di Ricadi, ubicato in località Tono di Capo Vaticano. Gli avvocati Mario Bagnato e Vera Carone sono infatti riusciti a dimostrare al Tribunale che - contrariamente a quanto scritto in una relazione di servizio da un dipendente del Comune di Ricadi, ausiliario di polizia giudiziaria - il titolare del villaggio era munito di regolare autorizzazione ad eseguire i lavori. Il procedimento penale del 2012, posto dall’ausiliario di polizia giudiziaria quale presupposto per sostenere l’abusività dei lavori, non si è infatti rivelato veritiero all’esame dei giudici in quanto a Carone in tale anno è stato contestato unicamente il furto di sabbia ma mai l’abusività delle opere (massi posti a protezione del villaggio). L’area in questione (420 metri quadri), in forza della decisione del Riesame, è stata pertanto liberata da ogni vincolo di sequestro. La decisione dei giudici ha naturalmente riflessi pure sull’ingiunzione al ripristino dello stato dei luoghi, emanata nei giorni scorsi dal Comune di Ricadi.                                                      In relazione all'articolo in questione, in data 26 maggio 2016, dall'amministrazione comunale di Ricadi riceviamo e integralmente pubblichiamo: "In relazione alla notizia questa amministrazione ritiene doveroso ribadire la correttezza del proprio Ufficio Tecnico, al contrario di quanto sostenuto dalla difesa del Carone. Al riguardo, ai fini di una più completa e trasparente comprensione della vicenda, è opportuno ribadire che i lavori oggetto del procedimento penale sono ad oggi sprovvisti di qualsivoglia autorizzazione rilasciata da questo Ente. L'attovotà svolta dall'Ufficio Tecnico, della quale si ripete l'assoluta correttezza, rientra nelle priorità di questa amministrazione e nel principale obiettivo di tutela ambientale e di contrasto ad ogni forma di abuso edilizio".