Carattere

Il sisma è avvenuto in mare ma è stato chiaramente avvertito dalla popolazione che in alcuni casi si è riversata in strada. Non si registrano danni a persone o cose. Seconda scossa alle 5.05

La localizzazione del sisma
Cronaca

Una scossa di terremoto, di magnitudo 4.4, si è verificata alle ore 4.50 di questa mattina ed è stata distintamente avvertita in tutta la provincia di Vibo Valentia e in quelle di Catanzaro e Reggio Calabria. Secondo i rilevamenti del Centro nazionale terremoti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), l’epicentro è da collocarsi in mare a 9 chilometri dal comune di Tropea e ad una profondità di 57 chilometri. Nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro si trovano i comuni di Ricadi, Drapia, Parghelia, Spilinga, Zaccanopoli, Joppolo, Zambrone, Zungri. Nei centri più prossimi all’epicentro, in molti si sono svegliati di soprassalto e hanno lasciato le proprie abitazioni riversandosi in strada per timore di nuove scosse. Non si registrano, tuttavia, al momento, danni a persone o cose. Una seconda scossa di minore intensità (1.6) è stata registrata in prossimità nel medesimo punto alle ore 5.05. La Prefettura di Vibo Valentia, da subito, ha disposto immediati monitoraggi da parte dei sindaci e commissari dei Comuni rivieraschi, restando in costante contatto con carabinieri, vigili del fuoco, Capitaneria di Porto, Protezione Civile regionale, Dipartimento nazionale Protezione Civile, Prefetture di Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza. Non sono stati segnalati danni a persone o a cose. Tutti gli Enti sono allertati e la Prefettura di Vibo continua a seguire la situazione senza interruzione. Altre due scosse di terremoto nello stesso tratto di costa si erano registrate il 15 ed il 20 febbraio scorso. 

LEGGI ANCHE: Terremoto: la Prefettura di Vibo dispone immediati monitoraggi in diversi centri

Terremoto al largo di Tropea, per l’Ingv la zona presenta una profonda sismicità

 

 

Seguici su Facebook