Carattere

Nel corso di una solenne celebrazione nella basilica-cattedrale, il 26enne di Sant’Onofrio ha ricevuto l’imposizione delle mani da parte del vescovo Luigi Renzo

Cronaca

Da ieri la diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea può contare su un nuovo sacerdote, il 26enne di Sant’Onofrio Giuseppe Pileci. Una buona notizia per il territorio, vista la scarsezza di vocazioni con la quale la Chiesa si ritrova attualmente costretta a fare i conti. Un calo che, comunque, nell’episcopato miletese non è poi così marcato come in altre sedi, così come del resto sottolineato dal vescovo Luigi Renzo nel corso della cerimonia di ordinazione del nuovo presbitero, svoltasi all’interno della basilica-cattedrale di Mileto, alla presenza di numerose autorità e di una folta rappresentanza di fedeli provenienti dal luogo natio del novello sacerdote. «Oggi ti rinnovo con l’imposizione delle mani e l’invocazione dello Spirito Santo l’investitura che Gesù fece agli apostoli la sera stessa di Pasqua. Continuerai a mantenere fisicamente la tua immagine, continueremo a vederti come appari, ma la tua identità sarà “altra”, sarai “alter Christus”, agirai “in persona Christi”, sarai per noi il mistero visibile di Dio». 

Queste le significative parole pronunciate dal presule miletese al momento dell’investitura sacerdotale di don Pileci. Il neo presbitero ha scoperto la chiamata del Signore durante gli anni di frequenza al Liceo classico Michele Morelli di Vibo Valentia. Conseguito il diploma di maturità classica, la decisione di intraprendere gli studi di formazione presso il Pontificio seminario teologico regionale "San Pio X" di Catanzaro, con tanto di tirocinio pastorale all’interno della parrocchia "San Martino vescovo" di Soriano Calabro, svolto adoperandosi in favore dei ragazzi e dei giovani dell'oratorio “Arcobaleno". Risale allo scorso mese di settembre, invece, l’opera avviata, su input dello stesso monsignor Renzo, nella parrocchia "Santa Maria degli Angeli" di Paravati, al fianco del parroco don Domenico Muscari, anche in questo caso spendendosi al servizio delle giovani generazioni nell'oratorio intitolato a "Mamma Natuzza". Infine, l’ordinazione diaconale del 2 dicembre e quella presbiterale di ieri sera nella chiesa madre della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea. Questa mattina, don Pileci ha celebrato la sua prima messa nella sua Sant’Onofrio, nella chiesa matrice intitolata a “Santa Maria delle Grazie”, davanti alla sua comunità che l’ha accolto con tutti gli onori del caso. Toccherà in un secondo tempo al vescovo miletese, dopo alcuni mesi di “apprendistato”, dargli una collocazione stabile in cui svolgere il proprio ministero al servizio della Chiesa.