Violazione dei domiciliari, Domenico Mancuso arrestato a Nicotera

L’uomo, pluripregiudicato, è stato sorpreso dai carabinieri fuori dal luogo dove sta scontando la pena. Denunciato inoltre un 53enne di Limbadi trovato in possesso di un coltello a serramanico

L’uomo, pluripregiudicato, è stato sorpreso dai carabinieri fuori dal luogo dove sta scontando la pena. Denunciato inoltre un 53enne di Limbadi trovato in possesso di un coltello a serramanico

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

È stato arrestato dai carabinieri delle Stazioni di Nicotera e Nicotera Marina, Domenico Mancuso, 43 anni, pluripregiudicato di Nicotera poiché, pur essendo sottoposto al regime degli arresti domiciliari, è stato trovato dai militari fuori dal luogo dove sta contando la pena. L’arrestato, pertanto, è stato posto nuovamente agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. Domenico Mancuso, detto “Micu u ‘ninja” è il figlio del boss Giuseppe Mancuso (alias “‘mbrogghja”) coinvolto nelle operazioni Dinasty e Stammer, i cui procedimenti sono tuttora in corso. Questo episodio, fa sapere il Comando diretto dal maggiore Dario Solito, rientra nel contesto delle attività svolte negli ultimi giorni dai militari della Compagnia Carabinieri di Tropea su tutta la giurisdizione, con una serie di servizi atti al rispetto delle diposizioni dell’autorità giudiziaria e alla tutela degli utenti della strada. Nell’ambito dell’attività in questione è stato inoltre deferito in stato di libertà un 53enne di Limbadi trovato in possesso, all’interno della propria autovettura, di un coltello a serramanico di genere vietato. In tutto questo, i militari hanno operato anche un servizio di intensificazione della circolazione stradale, a termine del quale sono stati controllati 35 autoveicoli, identificate 43 persone, elevate 3 contravvenzioni al codice della strada, nonché eseguito un controllo ad alcuni esercizi pubblici, tutti con esito negativo.

Informazione pubblicitaria