Carattere

Lo zio avrebbe aperto il fuoco contro due nipoti. Il fermo ad opera dei carabinieri

Cronaca

Sarebbero due i feriti della sparatoria di sabato a San Gregorio d’Ippona. I carabinieri hanno posto in stato di fermo di indiziato di delitto Michele Simonetti, 40 anni, poiché ritenuto responsabile di aver attentato alla vita dei propri nipoti S.E. e S.G. Gli investigatori hanno raccolto sufficienti elementi per delineare la natura passionale del movente: lo zio riteneva che uno dei suoi due nipoti fosse il responsabile della fine del suo matrimonio. Per tale motivo, sempre lo zio, avrebbe chiesto un incontro con il nipote al quale però in via precauzionale partecipava anche E. S., successivamente colpito dal colpo di pistola. A seguito di un acceso diverbio tra le parti, lo zio per imporre la propria autorità avrebbe estratto la pistola esplodendo cinque colpi all’indirizzo dei due nipoti.

 

 

Seguici su Facebook