Carattere

I carabinieri non scartano alcuna ipotesi dopo che la sua auto è stata ritrovata bruciata nei pressi dello svincolo autostradale di Mileto

Cronaca

Un paese nell’angoscia, ignaro della sorte di un ragazzo di 23 anni, Francesco Vangeli. Di lui si sono perse le tracce da martedì sera, quando a bordo della sua Ford Fiesta è uscito di casa per incontrare gli amici. Ma all’appuntamento il giovane di Scaliti, frazione di Filandari, non si è mai presentato. A mezzanotte il suo telefono cellulare ha smesso di squillare. La sua auto è stata rinvenuta dai carabinieri di Dinami, il giorno seguente, completamente bruciata nei pressi dell’uscita autostradale di Mileto. A denunciare la scomparsa la madre, che non vedendolo rientrare, mercoledì mattina si è presentata dai carabinieri della Stazione di Filandari che hanno avviato le ricerche ascoltando parenti e amici dello scomparso. Davanti casa di Francesco Vangeli un via vai di familiari, alcuni dei quali ricordano che il loro congiunto è uscito di casa sorridendo. Il ragazzo lavorava spesso con il titolare di una ditta di piastrelle e ferro, con diversi lavori presi in Toscana. Agli investigatori non sfugge che il padre del ragazzo è cugino dei fratelli Ercole e Francesco Saverio Vangeli, condannati in via definitiva all’ergastolo per la strage di Scaliti (27 dicembre 2010, con cinque morti nella famiglia Fontana), ma allo stato non vi alcun collegamento fra i due fatti. I carabinieri sono alla ricerca di ogni indizio utile per far luce sulla scomparsa del giovane ed al momento non scartano alcuna ipotesi.  

 

 

 

Seguici su Facebook