Trasversale delle Serre, il comitato civico “Combatto” pronto a proseguire la lotta

Annunciata la volontà di sospendere l’incatenamento fino alla fine di ottobre quando dovrebbero, tra l’altro, riprendere i lavori in località Monte Cucco 

Annunciata la volontà di sospendere l’incatenamento fino alla fine di ottobre quando dovrebbero, tra l’altro, riprendere i lavori in località Monte Cucco 

Informazione pubblicitaria
Il comitato "Combatto"
Informazione pubblicitaria

Si è svolta nella giornata di ieri, mercoledì 17 ottobre, nella sala Giunta del Comune di Serra San Bruno, la seconda riunione dell’aggregazione di cittadini “Combatto”. «Il dibattito sull’isolamento del Vibonese – si legge in un resoconto – è stato arricchito dal contributo del segretario del Pd di Serra San Bruno Paolo Reitano, dal locale coordinatore di Forza Italia, Francesco De Caria, dal dirigente di Forza Italia Michele Ciconte, dal componente dell’amministrazione comunale di Serra San Bruno, Walter Lagrotteria, e dal rappresentante del Codacons Antonio Carnovale, per la prima volta uniti dal fine comune di salvaguardare il territorio con particolare riferimento al disagio infrastrutturale della Sp 53 (Vallelonga-Vazzano) e dell’inaugurante del Monco tratto della Trasversale delle Serre». L’aggregazione “Combatto” ha concordato di sospendere l’incatenamento fino alla fine di ottobre 2018, data, entro la quale, presumibilmente dovranno: ripartire i lavori in località Monte Cucco; aprire il tratto della Trasversale già ultimato; predisporre un’attività manutentiva straordinaria sulla Sp53. «Ci auguriamo un epilogo positivo della questione isolamento territoriale altrimenti, previo incontro interlocutorio con le istituzioni ed i partiti politici, “staccheremo la spina”».

Informazione pubblicitaria