Smaltivano rifiuti speciali in terreni privati, denunciate tre persone a Serra San Bruno

Centocinquanta metri di cubi di materiale bituminoso, residuo dei lavori di posa di cavi Enel, veniva depositato illegalmente su due aree di 400 e 300 metri quadri poi sequestrate

Centocinquanta metri di cubi di materiale bituminoso, residuo dei lavori di posa di cavi Enel, veniva depositato illegalmente su due aree di 400 e 300 metri quadri poi sequestrate

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Serra San Bruno, a completamento dell’attività di indagine svolta, anche con l’ausilio dell’Aliquota radiomobile, hanno deferito all’autorità giudiziaria tre persone, in concorso, per lo smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi. Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione di illeciti ambientali, i carabinieri forestali hanno infatti accertato che, nel corso dei lavori per la posa di cavi a Serra San Bruno, per conto di Enel distribuzione, il titolare della ditta esecutrice ed il responsabile di cantiere, smaltivano, illegalmente e senza alcuna preventiva caratterizzazione, rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da materiali bituminosi frammisti a terre e rocce, in proprietà di privati, ubicate nei comuni di Serra San Bruno e Simbario. Posti sotto sequestro i siti in questione, rispettivamente di 400 e 300 metri quadri, sui quali i rifiuti, circa 150 metri cubi complessivi, dopo essere stati depositati, erano stati distribuiti in modo uniforme. LEGGI ANCHEA caccia nel Parco naturale delle Serre, sequestri e denunce

Informazione pubblicitaria