Droga: Tribunale Vibo revoca obbligo firma per 33enne di Tropea

Il giovane è stato fermato dai carabinieri in auto con 600 grammi di marijuana. E’ coinvolto anche nell’operazione “Nemea” contro il clan Soriano

Il giovane è stato fermato dai carabinieri in auto con 600 grammi di marijuana. E’ coinvolto anche nell’operazione “Nemea” contro il clan Soriano

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Revocato dal Tribunale monocratico di Vibo Valentia l’obbligo di firma giornaliero nei confronti di Domenico Nazionale, 33 anni, di Tropea, arrestato nel maggio dello scorso anno dai carabinieri del Norm con l’accusa di detenzione illegale ai fini di spaccio di 600 grammi di marijuana divisa in cinque panetti. La sostanza stupefacente era stata rinvenuta dai militari dell’Arma della Compagnia di Tropea occultata nelle plastiche dell’auto e vicino le cinture di sicurezza, mentre il giovane si trovava alla guida dell’auto lungo provinciale numero 17 a gran velocità sino a Zungri. Il Tribunale ha quindi revocato l’obbligo di firma in accoglimento dei rilievi difensivi degli avvocati Francesco Schimio e Mario Bagnato in ragione dell’attenuazione delle esigenze cautelari. Domenico Nazionale è anche coinvolto nell’operazione “Nemea” con l’accusa di aver preso parte ad un’associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico unitamente a membri del clan Soriano di Filandari.

Informazione pubblicitaria