Giocattoli non sicuri, la Guardia di finanza ne sequestra 11mila pezzi

Operazione nei confronti di quattro operatori economici della provincia di Vibo. Uno di loro è stato anche denunciato per la vendita di bombolette pericolose

Operazione nei confronti di quattro operatori economici della provincia di Vibo. Uno di loro è stato anche denunciato per la vendita di bombolette pericolose

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La Guardia di finanza ha sequestrato 11mila articoli, prevalentemente giocattoli, ritenuti non sicuri all’esito di quattro interventi eseguiti nei confronti di quattro operatori economici della provincia di Vibo Valentia. E’ questo il bilancio dell’ultimo piano d’intervento attivato dal comando provinciale della Gdf e coordinato dal Gruppo di Vibo Valentia, per contrastare la vendita di merci contraffatte e/o non sicure, pericolose per la salute e l’incolumità fisica dei consumatori. Quattro sono le persone segnalate alle competenti autorità, di cui una deferita all’autorità giudiziaria in quanto aveva posto in vendita bombolette spray pericolose, altamente infiammabili ed irritabili, tanto da essere censite sulla piattaforma telematica Rapex (European Rapid Alert System for non-food consumer products), un sistema europeo di allerta rapida per i prodotti di consumo pericolosi. L’operazione eseguita testimonia ancora una volta l’impegno profuso dalla Guardia di finanza nel settore della commercializzazione di prodotti non conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale e dell’Unione europea, a tutela dei consumatori finali, che nel caso dei giocattoli sono minori degni di maggiore protezione.

Informazione pubblicitaria