Rubano l’agenda con le cure del figlio a Roma, l’appello della mamma per ritrovarla

Disavventura per la napitina Valentina Sarlo che da tempo fa la spola con la Capitale per sottoporre il suo bambino a delicate terapie oncologiche. Il furto nel parcheggio di un supermercato: «Per me è importantissima, voi cosa dovete farvene?»

Disavventura per la napitina Valentina Sarlo che da tempo fa la spola con la Capitale per sottoporre il suo bambino a delicate terapie oncologiche. Il furto nel parcheggio di un supermercato: «Per me è importantissima, voi cosa dovete farvene?»

Informazione pubblicitaria
Finestrino rotto (repertorio)
Informazione pubblicitaria

Una piccola agenda dove segnare ogni dettaglio del percorso terapeutico del figlio, affetto da un tumore al cervello. Dalle medicine alle visite, passando per gli interventi e le sedute di terapia effettuate. L’appello per ritrovarla è stato lanciato da una giovane mamma di Pizzo, Valentia Sarlo, che da tempo fa la spola con Roma per proseguire le cure al piccolo Lorenzo, di appena 7 anni. Non una dimenticanza qualsiasi: la preziosa agendina era infatti tra gli oggetti sottratti nel corso di un furto con scasso. Il finestrino dell’auto su cui viaggiava la famiglia è stato frantumato per rubare all’interno. Il mezzo, caricato di tutto punto per far rientro a casa, era fermo nel parcheggio del supermercato Panorama, lungo via Aurelia. Hanno portato via tutto. Da qui la richiesta d’aiuto pubblicata sui social da Valentina Sarlo: «Adesso rabbia e sconforto a parte – scrive la giovane mamma – nella mia borsa c’era una piccola agenda blu dove da giugno dell’anno scorso c’era appuntato tutto il percorso oncologico di mio figlio. Ogni minima cosa. Di quella, cosa dovete farvene? Vi prego aiutatemi a trovarla, per me è importantissima». Intorno all’agenda blu vi è legato il rosario della Madonnina del Miracolo: «Lasciatela ovunque affinché qualcuno possa ritrovarla e ricontattarmi». In poche ore, il messaggio di Valentina ha fatto il giro dei social, raccogliendo la solidarietà degli utenti. Oltre ai sentimenti di dispiacere e disappunto, la speranza è che la vicenda si concluda in maniera positiva.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Lorenzo, il piccolo genio della matematica che lotta per sconfiggere il cancro – Video