Salumi e formaggi privi di tracciabilità, pesanti sanzioni al mercato di Serra San Bruno

I carabinieri forestali hanno accertato che sui prodotti esposti in vendita mancava la necessaria documentazione prevista dai regolamenti comunitari vigenti in materia. Sequestrati anche olio, vino e melanzane sott’olio

I carabinieri forestali hanno accertato che sui prodotti esposti in vendita mancava la necessaria documentazione prevista dai regolamenti comunitari vigenti in materia. Sequestrati anche olio, vino e melanzane sott’olio

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un’operazione eseguita al mercato comunale di Serra San Bruno dai militari della locale Stazione Carabinieri Forestale , coadiuvati da personale del Nucleo investigativo di Polizia ambientale ed agroalimentare, con il supporto del Servizio veterinario igiene degli alimenti dell’Asp di Vibo Valentia, ha portato al sequestro di prodotti privi di tracciabilità e a sanzioni per circa 3.000 euro. A seguito di controlli effettuati sulle bancarelle di vendita di prodotti alimentari, è stato infatti accertato che due persone esponevano per la vendita alimenti privi di qualsiasi documentazione e/o etichetta atta a garantirne la tracciabilità’. Alla richiesta dei militari di esibire la relativa documentazione, i titolari delle rispettive attività commerciali non sono stati in grado di produrre alcun documento tale da garantire, in tutte le fasi della trasformazione e della distribuzione, la tracciabilità’ della merce posta in vendita, in violazione, quindi, degli obblighi disposti dai regolamenti comunitari vigenti in materia. Sottoposti a sequestro amministrativo 20 chili di formaggi, 30 chili di insaccati (salsicce, ‘nduja, capocollo), 5 vasetti di melanzane sott’olio, 22 litri di olio di oliva e 75 litri di vino, per un valore complessivo di mercato di circa 1.500 euro

Informazione pubblicitaria