martedì,Gennaio 25 2022

Intimidazioni a Pizzo, indagini serrate da parte dei carabinieri

I militari dell’Arma, con il coordinamento della Procura di Vibo, impegnati ad assicurare alla giustizia i malviventi che hanno preso di mira un commerciante di frutta e verdura

Intimidazioni a Pizzo, indagini serrate da parte dei carabinieri

Proseguono spedite le indagini dei carabinieri della Stazione di Pizzo – con il coordinamento della Procura di Vibo – per risalire agli autori della doppia intimidazione ai danni del commerciante di frutta e verdura Mimmo Carria che martedì scorso è stato preso di mira con l’incendio di un mezzo e il posizionamento di una tanica di benzina dinanzi alla sua attività. I militari dell’Arma sono alla prese con la visione dei filmati degli impianti di videosorveglianza della zona e delle vie di fuga, al fine di assicurare alla giustizia in tempi brevi i malviventi che hanno colpito nell’ombra ed in piena notte. Non si esclude al momento alcuna ipotesi: dal racket delle estorsioni, e quindi della criminalità organizzata che dopo gli arresti di Rinascita Scott è tornata a rialzare la testa, alla concorrenza sleale nello stesso settore commerciale (la rivendita di frutta e verdura). Le forze dell’ordine, dal canto loro, d’intesa con la Prefettura di Vibo hanno deciso di assicurare maggiori controlli al vasto territorio comunale di Pizzo dislocando sullo stesso più uomini e mezzi per assicurare un Natale tranquillo ai cittadini ed ai tantissimi che hanno voglia di vivere onestamente.

LEGGI ANCHE: Pizzo, in fiamme il camion di un venditore di prodotti ortofrutticoli

top