lunedì,Febbraio 6 2023

Asilo nido, il Comune di Vibo apre le iscrizioni al nuovo anno: ecco i posti disponibili e la quota mensile

Palazzo Luigi Razza pubblica l'Avviso. Potranno usufruire anche tutti i bambini residenti nei comuni dell’Ambito Territoriale di Vibo

Asilo nido, il Comune di Vibo apre le iscrizioni al nuovo anno: ecco i posti disponibili e la quota mensile

Pubblicato dal Comune di Vibo Valentia l’Avviso (ed il relativo modello di domanda) per le iscrizioni all’asilo nido comunale per l’anno 2022/2023.  La durata del servizio è fissata dal 15 settembre 2022 e, presumibilmente, fino al 30 giugno 2023, fatti «salvi  – avverte l’amministrazione – eventuali e ulteriori provvedimenti modificativi che saranno adottati a seguito della diffusione del Covid 19».  Il calendario di apertura sarà il seguente: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 16,00, il sabato dalle 8,00 alle 12,00, comprensivo di mensa. Sono escluse le festività natalizie, del Santo Patrono, quelle pasquali e tutte le altre previste dal calendario scolastico. Le domande, per l’iscrizione redatte sull’apposito modello disponibile sul sito internet del Comune e presso l’Ufficio dei servizi sociali, dovranno pervenire al protocollo generale dell’ente o alla Pec del Comune (protocollocomunevibo@pec.it) entro le ore 14 del 5 settembre 2022. La quota mensile per la frequenza, da versare entro il 5 di ciascun mese, ammonta ad 129,00 euro, per come fissata dall’Assemblea dei sindaci dell’Ambito Territoriale. [Continua in basso]

Ecco i posti disponibili per il nuovo anno

Il Comune di Vibo

Il numero dei posti disponibili per l’anno 2022/2023 è di 48 unità, con un possibile incremento del 10%. «Poiché il servizio è cofinanziato con fondi Pac (Piano di azione e coesione) – viene precisato nell’Avviso pubblico -, dello stesso potranno usufruire tutti i bambini residenti nei comuni dell’Ambito Territoriale Sociale di Vibo Valentia (che, oltre al Comune capoluogo, ente capofila, comprende anche Filadelfia, Filogaso, Francavilla, Francica, Ionadi, Maierato, Mileto, Monterosso, Pizzo, Polia, San Costantino, San Gregorio d’Ippona, Sant’Onofrio, Stefanaconi, ndr), e, al fine di garantire la continuità educativa, verrà data precedenza in favore dei bambini già iscritti nell’anno precedente ed in regola con i pagamenti delle relative rette». In caso di ulteriore disponibilità di posti, saranno prese in considerazione le domande correttamente pervenute predisponendo una graduatoria sulla base dei criteri indicati dall’articolo 15 del regolamento distrettuale: bambino da iscrivere con disabilità accertata ai sensi della legge 104/92 (8 punti); unico genitore/tutore convivente anagraficamente occupato (7 punti); genitori conviventi anagraficamente entrambi occupati (6 punti); un solo genitore/tutore convivente anagraficamente non occupato (5 punti); genitori conviventi anagraficamente entrambi disoccupati (4 punti); presenza in famiglia di fratelli minorenni con disabilità accertata ai sensi della legge 104/92 (3 punti); presenza nel nucleo anagrafico di ulteriori figli di età inferiore ad anni 10 – per ciascuno (1 punto).

«A parità di punteggio – è scritto ancora nell’Avviso del Comune –  verrà data preferenza: alla presenza nel nucleo familiare di fratello che frequenti il nido; al bambino con disabilità accertata; al più piccolo di età. La graduatoria deve intendersi provvisoria sino al settimo giorno dalla data della sua pubblicazione sul sito istituzionale del Comune. Eventuali ricorsi dovranno pervenire entro tale termine, oltre il quale non saranno prese in considerazione eventuali contestazioni e la graduatoria diverrà pienamente esecutiva. Per rispettare la data di apertura programmata – è scritto ancora nel bando – , il servizio potrà essere avviato attingendo ai nominativi dalla graduatoria provvisoria predisposta in base alle dichiarazioni rese. Pertanto, se da eventuali reclami pervenuti o controlli effettuati successivamente, dovessero risultare dichiarazioni false, i nominativi dei bambini ammessi provvisoriamente alla frequenza saranno sostituiti».

Articoli correlati

top