Accusa un malore a Mileto, bimba di 18 mesi trasportata d’urgenza a Torino

La piccola era stata in un primo momento ricoverata in Pediatria Vibo, quindi il trasferimento a Cosenza e da lì nel capoluogo piemontese a bordo di un C130 dell’Aeronautica

La piccola era stata in un primo momento ricoverata in Pediatria Vibo, quindi il trasferimento a Cosenza e da lì nel capoluogo piemontese a bordo di un C130 dell’Aeronautica

Informazione pubblicitaria
L'ambulanza caricata sull'aereo militare

Ha origini miletesi la bimba di 18 mesi trasportata d’urgenza all’ospedale Regina Margherita di Torino. La piccola, residente in Piemonte, si trovava a Mileto in vacanza con i genitori, in casa dei nonni materni, quando all’improvviso ha accusato dei malori con febbre alta. Da qui la preoccupazione di mamma e papà, che hanno deciso di portarla all’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia, dove, dopo un primo intervento, è stata ricoverata nel reparto di Pediatria. Qui è rimasta per un paio di giorni, sino a quando l’aggravarsi delle condizioni di salute ha fatto sì che se ne ordinasse il trasporto al reparto di rianimazione dell’ospedale Annunziata di Cosenza, dove i medici, constatata la sussistenza di un blocco renale, hanno deciso di sottoporla, in regime di anestesia totale, alla dialisi. Un intervento che, tuttavia, non ha apportato miglioramenti nel quadro clinico della bimba, tant’è che dal nosocomio cosentino nella serata di ieri si è ritenuto opportuno trasferirla nel centro medico specializzato Regina Margherita di Torino, a bordo di un C130 dell’Aeronautica militare partito da Lamezia Terme che ha provveduto a trasportarla con tutta l’unità mobile attrezzata. Tra le prime ipotesi al vaglio dei sanitari dell’ospedale torinese, da quanto si apprende, vi sarebbe quella di un virus che sta intaccando i reni della bimba. Continua la lotta contro il tempo per cercare di salvarle la vita.