Libri di testo per le scuole vibonesi, l’assessore rassicura librai e genitori

Franca Falduto, delegata alla Pubblica istruzione: «Giungono segnalazioni di genitori allarmati, ma le somme per il rimborso ai rivenditori sono già stanziate quindi non c’è nessun problema al riguardo»

Franca Falduto, delegata alla Pubblica istruzione: «Giungono segnalazioni di genitori allarmati, ma le somme per il rimborso ai rivenditori sono già stanziate quindi non c’è nessun problema al riguardo»

Informazione pubblicitaria

A seguito di una serie di segnalazioni provenienti da genitori, alle prese come ogni anno con l’acquisto dei libri di testo sempre più onerosi per le famiglie, l’assessore comunale alla Pubblica istruzione di Vibo Valentia, Franca Falduto, ritiene necessario «un chiarimento per informare adeguatamente le librerie vibonesi e rassicurare doverosamente i genitori dei bambini che frequentano la scuola primaria. La  fornitura dei libri – spiega la Falduto – fa riferimento a quanto previsto dall’articolo 156 del Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione e, pertanto, l’amministrazione Limardo ha stanziato, doverosamente, l’importo che corrisponde alle richieste pervenute al settore Istruzione del Comune di Vibo Valentia. Franca FaldutoSulla base degli elenchi forniti dalle scuole – aggiunge l’assessore – sono state stampate le cedole (diverse per prezzo e colore in relazione alle classi) già consegnate sin dal 10 luglio alle segreterie affinché le stesse fossero distribuite ai genitori che, esibitele in libreria, riconsegneranno alla scuola la matrice timbrata dall’esercente. Quest’ultimo, invece, consegnerà al Comune la matrice trattenuta, anch’essa timbrata, al fine di consentire all’ufficio comunale la verifica tramite controllo incrociato tra le cedole indicate come giustificativo dai librai per la fattura e le copie pervenute dalle singole scuole e quindi procedere al rimborso. Un meccanismo – conclude la Falduto – apparentemente complesso ma ormai rodato e noto sia ai genitori che ai librai nella cui collaborazione contiamo al fine di garantire un sereno avvio dell’anno scolastico».