Ragazza ferita a Nicotera, a sparare sarebbe stato il fratello

Dissidi familiari dietro il gesto che ha coinvolto una giovane di 21 anni di Nicotera Marina, colpita alle gambe davanti ad un bar del centro

Dissidi familiari dietro il gesto che ha coinvolto una giovane di 21 anni di Nicotera Marina, colpita alle gambe davanti ad un bar del centro

Informazione pubblicitaria
Il luogo del ferimento a Nicotera

Ci sarebbero pesanti dissidi familiari sfociati poi in una violenta reazione dietro il ferimento di Marisa Putortì, la 21enne di Nicotera Marina bersagliata, ieri sera, da tre colpi di fucile sparati contro di lei da breve distanza mentre si trovava fuori dal bar in cui lavora. 

I carabinieri di Nicotera hanno infatti fermato e condotto in caserma Demetrio Putortì, 25enne fratello della vittima, quale principale sospettato, accusato di tentato omicidio. Lo stesso è stato rintracciato a Nicotera Marina, rimanendo poi in silenzio davanti ai carabinieri che si erano già da qualche ora messi sulle sue tracce.

Nicotera, giovane donna gambizzata in un bar del centro – FOTO/VIDEO

Nel cruento episodio la ragazza ha riportato ferite alle gambe causate dai pallini che le hanno lambito anche l’arteria femorale. Per questo motivo è stata poi sottoposta ad un delicato intervento chirurgico all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. Le sue condizioni non sarebbero tuttavia da ritenersi gravi.  

Un rilevante contributo all’individuazione del responsabile del ferimento potrebbe essere arrivato dalla videocamere di sorveglianza della zona, le cui immagini sono state prontamente acquisite dai militari dell’Arma, anche se già dalla prima mattinata di oggi in paese si vociferava del possibile coinvolgimento del fratello e dunque di questa clamorosa svolta nelle indagini.