Migranti, lo sbarco della “Dignity I” a Vibo Marina (FOTO/VIDEO)

Scese dalla nave di MSF 430 persone. Tra loro anche 92 minori non accompagnati che resteranno nelle strutture accreditate della provincia. Accertati un centinaio di casi di scabbia e due di tubercolosi

Scese dalla nave di MSF 430 persone. Tra loro anche 92 minori non accompagnati che resteranno nelle strutture accreditate della provincia. Accertati un centinaio di casi di scabbia e due di tubercolosi

Informazione pubblicitaria
La nave attraccata alla banchina "Bengasi"
Informazione pubblicitaria

Ha attraccato intorno alle 18.50 di oggi alla banchina “Bengasi” del porto di Vibo Marina la nave “Dignity I” di Medici Senza Frontiere con a bordo 430 persone soccorse nel Mediterraneo centrale, nei giorni scorsi, durante una delle più vaste operazioni di recupero dell’ultimo periodo che ha consentito di trarre in salvo oltre 3000 migranti.

Informazione pubblicitaria

Dalla nave di MSF sono scesi nel porto vibonese profughi provenienti in prevalenza da Somalia, Eritrea e Sudan. Tra i 350 uomini e le 80 donne (8 delle quali in stato di gravidanza) anche 13 bambini al di sotto dei 5 anni di età e 110 minori, di cui 92 non accompagnati.

Nuovo sbarco a Vibo Marina: domani arriva la “Dignity I” con 435 persone a bordo

I sanitari accorsi sulla banchina nell’ambito del dispositivo messo in piedi dalla locale Prefettura, hanno riscontrato un centinaio di presunti casi di scabbia e 2 sospetti casi di tubercolosi. Uno dei migranti sarebbe stato trasferito d’urgenza all”ospedale di Messina. Dopo le consuete operazioni di prima accoglienza e riconoscimento, gestite da forze dell’ordine e associazioni di volontariato, i migranti verranno avviati alle rispettive destinazioni secondo il piano nazionale di ripartizione predisposto dal ministero dell’Interno.

Nessuno di loro resterà in regione, tranne i minori non accompagnati che verranno invece dislocati nelle strutture accreditate della provincia.